Ghiandaia - Garrulus glandarius
Atlante della Fauna selvatica italiana - Uccelli

Classificazione sistematica e distribuzione

Classe: Uccelli
Ordine: Passeriformi
Famiglia: Corvidi
Genere: Garrulus
Specie: glandarius

Specie diffusa in tutta Europa, Asia e Africa settentrionale. In Italia presente anche con due sottospecie, risulta stazionaria e nidificante.

Ghiandaia Ghiandaia (foto www.riservaduchessa.it)

Ghiandaia Ghiandaia - Garrulus glandarius (foto www.willamette.edu)

Caratteri distintivi

Lunghezza totale: 33-36 cm
Apertura alare: 52-58 m
Peso 150- 200 grammi

Il colore dominante è il marrone violaceo con caratteristiche copritrici alari con barrature azzurre e nere; macchia bianca sulle ali e sul groppone che contrasta con la coda nera.

Biologia

L'habitat preferito dalla Ghiandaia risulta essere il bosco di specie caducifoglie: querceti, castagneti e macchie. Animale molto scontroso e difficile da avvicinare; vive a gruppetti volando da albero ad albero. Il periodo dell'accoppiamento inizia in marzo-aprile. Le coppie si isolano e provvedono alla costruzione di un nido molto rozzo generalmente in cima agli alberi, dove vengono deposte 5-6 uova che vengono incubate per 16-17 giorni da ambedue i genitori; i piccoli lasciano il nido dopo 19-29 giorni. Generalmente si ha una sola covata annua. L'alimentazione è soprattutto vegetale (ghiande, castagne ecc.) ma anche di origine animale (uova e piccoli mammiferi).
Volo all'apparenza un po' pesante, battuto e planato.

a cura di Sauro Giannerini

Uccelli A - G
Versione italiana English version Versión española
Gli ovini da latte Allevare galline felici Atlante delle razze autoctone

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy