Bigiarella - Sylvia curruca Linnaeus, 1758
Atlante della Fauna selvatica italiana - Uccelli

Classificazione sistematica e distribuzione

Classe: Uccelli
Ordine: Passeriformi
Famiglia: Sylviidae
Genere: Sylvia
Specie: S. curruca Linnaeus, 1758

In Europa occidentale e centrale, parte del Caucaso e Siberia è presente la sottospecie nominale curruca curruca , mentre numerose altre sottospecie abitano le regioni asiatiche. In Italia la Bigiarella è nidificante e migratrice, con distribuzione limitata all’arco alpino. Sulle Alpi italiane occupa una fascia altitudinale tra 1.100 e 2.350 metri, verso il limite superiore delle conifere e nella fascia di transizione ad arbusti contorti.

Ne sono conosciute sei sottospecie:
- Sylvia curruca blythi
- Sylvia curruca caucasica
- Sylvia curruca curruca
- Sylvia curruca halimodendri
- Sylvia curruca jaxartica
- Sylvia curruca telengitica

Bigiarella Bigiarella - Sylvia curruca (foto http://birds.nature4stock.com)

Bigiarella Bigiarella - Sylvia curruca (foto www.naturephoto-cz.com)

Bigiarella Bigiarella - Sylvia curruca

Caratteri distintivi

Lunghezza: 12-13 cm
Apertura alare: 19-20 cm

Il maschio e la femmina adulti sono molto simili e hanno una colorazione prevalentemente marrone superiormente con il capo grigio scuro, sfumato più scuro ancora nella zona attorno all'occhio. La gola è bianca e sfuma poi sul bianco sporco di petto, addome e ventre. I fianchi e la spalla sono marrone chiaro e sfumano schiarendosi verso addome petto e ventre. La parte posteriore del ventre, prima della coda è bianca uniforme. L'occhio è scuro e il becco è nerastro e sfuma all'azzurro verso la base nella parte inferiore. Le zampe sono marrone scuro - nere. I giovani in autunno somigliano moltissimo agli adulti differenziandosi solo per una sottile stria bianca che parte dal becco, passa sopra l'occhio e sfuma verso la nuca.

Biologia

Tipicamente, il nido è costruito con erba secca, foglie e bozzoli, di solito in zone montane tra boschi ricchi di cespugli e siepi. Le uova – di solito 5, biancastre e punteggiate di macchie più scure – vengono covate da entrambi i genitori per 11-13 giorni. I pulcini nascono tra giugno e luglio e restano al sicuro nel nido per circa 10-13 giorni dopo la schiusa.

Uccelli A - G
Versione italiana English version Versión española
Gli ovini da latte Allevare galline felici Atlante delle razze autoctone

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy