Falco grillaio - Falco naumanni
Atlante della Fauna selvatica italiana - Uccelli

Classificazione sistematica e distribuzione

Classe: Uccelli
Ordine:  Falconiformi o Accipitriformi
Famiglia:  Accipitridi o Falconidi
Genere:  Falco
Specie:  naumanni

Il Grillaio è il più piccolo rapace presente in Europa. E' una specie a corologia eurocentroasiatico-mediterranea. E' presente anche in Italia, dove la popolazione più importante si trova in Puglia (Parco Nazionale dell’Alta Murgia). L'areale di svernamento è localizzato nel continente africano, in gran parte a sud dell'equatore fino al Sud Africa. In Italia, il grillaio risulta un migratore regolare, nidificante e parzialmente svernante.Altre specie di falco sono: Falco pellegrino Falco peregrinus, Falco della Regina Falco eleonora, Falco pescatore Pandion haliaetus, Falco di palude Circus aeruginosus, Falco pecchiaiolo Pernis apivorus, Falco cuculo Falco vespertinus.

Falco grillaio Falco grillaio (foto http://my.ort.org.il/holon/birds)

Falco grillaio Falco grillaio (foto www.liferapacilucani.it)

Caratteri distintivi

Lunghezza: 27-33 cm
Apertura alare: circa 70 cm

Simile al Gheppio ma con minore apertura alare; inoltre nel maschio adulto non vi sono macchie nere sulla schiena. Unghie giallastre. Presenta uno spiccato dicromismo sessuale con colori rosso mattone e grigio il maschio e rossochiaro con striature e color crema la femmina.

Biologia

A differenza del gheppio è solito vivere in comunità.
Dopo il ritorno dai luoghi di svernamento, incomincia la sua attività riproduttiva, quasi sempre in colonie più o meno numerose. A fine aprile vengono deposte, genralmente in anfratti e buchi di rocce, dalle 3 alle 5 uova che si schiudono dopo una cova di circa 28 giorni, effettuata prevalentemente dalla femmina. Nei primi giorni dalla nascita, la femmina rimane con i piccoli e il maschio procura il cibo. Successivamente, anche la femmina gli verrà in aiuto. L'abbandono del nido avviene a circa 4 settimane dalla nascita (in Italia giugno-luglio). Già in agosto-settembre, giovani e adulti, in forma aggregata, intraprendono la migrazione autunnale.
Si nutre principalmente di invertebrati come cavallette, coleotteri, grilli-talpa, insetti vari, oltre a lucertole e piccoli uccelli terricoli.

Falco grillaio Falco grillaio (foto Gino Santini)

Uccelli A - G
Versione italiana English version Versión española
Allevare in fattoria naturalmente Allevamento della capra Dalla ghianda al cotechino

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy