Averla capirossa - Lanius senator Linnaeus, 1758
Atlante della Fauna selvatica italiana - Uccelli

Classificazione sistematica e distribuzione

Classe: Uccelli
Ordine: Passeriformi
Famiglia: Laniidi
Genere: Lanius
Specie: L. senator Linnaeus, 1758

Nel nostro Paese, è diffusa in buona parte delle regioni centrali e meridionali, più rara nel settentrione: nell’Italia peninsulare nidifica la sottospecie nominale senator senator , mentre nelle isole tirreniche si ritrova la sottospecie Lanius  s. badius . Migratore regolare – i quartieri di svernamento si trovano nell’Africa sub-sahariana, a nord dell’equatore – l’Averla capirossa nidifica dal livello del mare fino a 1.000 metri di quota.

L'Averla capirossa ha 4 sottospecie conosciute:
- Lanius senator badius
- Lanius senator niloticus
- Lanius senator rutilans
- Lanius senator senator

Averla capirossa Averla capirossa - Lanius senator
("Lanius senator01 new" by Lanius_senator01.jpg: chausinhoderivative work: Bogbumper (talk) - Lanius_senator01.jpg. Licensed under CC BY-SA 2.0 via Commons - https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Lanius_senator01_new.jpg#/media/File:Lanius_senator01_new.jpg)

Averla capirossa Averla capirossa - Lanius senator (foto Lior Kislev)

Averla capirossa Uova di Averla capirossa - Lanius senator
("Lanius senator MHNT.ZOO.2010.11.214. Jebsheim Haut Rhin" di Didier Descouens - Opera propria. Con licenza CC BY-SA 4.0 tramite Wikimedia Commons - https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Lanius_senator_MHNT.ZOO.2010.11.214._Jebsheim_Haut_Rhin.jpg#/media/File:Lanius_senator_MHNT.ZOO.2010.11.214._Jebsheim_Haut_Rhin.jpg)

Caratteri distintivi

Lunghezza: 18-19 cm
Apertura alare: 29-32 cm
Peso medio: 38 grammi

Si distingue dalle altre averle adulte per il capo di colore rossiccio, poi ha una maschera nera, petto, ventre e fianchi di colore chiaro, quasi bianchi, ali nere con specchio alare bianco, timoniere nere, con qualche penna bianca.

Biologia

Il nido viene costruito nel folto di grossi cespugli o alberi. Specie strettamente solitaria. Per cacciare, utilizza posatoi ad altezza da terra non troppo elevata, da cui si lancia per catturare gli insetti, a volte anche al volo. A causa delle peculiari abitudini alimentari, la specie predilige ambienti semi-aperti, in zone pianeggianti o in moderata pendenza, con presenza di alberi di buona altezza ma distanti, oppure vecchi frutteti e boschi radi, utilizzati per il pascolo del bestiame. La fase di nidificazione inizia a maggio per concludersi a giugno: in genere le coppie portano a termine una sola covata l’anno.

Uccelli A - G
Versione italiana English version Versión española
Gli ovini da latte Allevare galline felici Atlante delle razze autoctone
Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy