Crociere comune - Loxia curvirostra Linnaeus, 1758
Atlante della Fauna selvatica italiana - Uccelli

Classificazione sistematica e distribuzione

Classe: Uccelli
Ordine: Passeriformes
Famiglia: Fringillidae
Genere: Loxia
Specie: L. curvirostra Linnaeus, 1758

Specie spesso sedentaria – ma talora migratrice anche invasiva – e svernante, il Crociere è distribuito, con la sottospecie nominale, in gran parte dell’Eurasia. Diverse sottospecie abitano l’Europa meridionale, dalla L. c. balearica, nelle omonime isole e nella Spagna centro-meridionale, alla L. c. poliogyna, originaria del Nord Africa, che frequenta anche Italia meridionale e Sicilia. Altre sottospecie abitano Corsica, Balcani, Giappone, Africa e Nord America.

Crociere comune Crociere - Loxia curvirostra (foto http://montifranciscoallevamento.weebly.com)

Crociere comune Crociere - Loxia curvirostra (foto Didier Descouens)

Crociere comune Crociere comune - Loxia curvirostra
("Loxia curvirostra". Con licenza Pubblico dominio tramite Wikimedia Commons - https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Loxia_curvirostra.jpg#/media/File:Loxia_curvirostra.jpg)

Caratteri distintivi

Lunghezza: 17 cm

La colorazione del maschio adulto, rosso mattone con ali e coda nere, è raggiunto gradualmente a partire dalla livrea giovanile, bruna striata di scuro. Gli stadi intermedi sono così caratterizzati dalla presenza di irregolari chiazze arancioni o rosate. La femmina è bruno-grigia, con ali e coda bruno-nere e groppone giallo verdastro. Il becco ad apice incrociato rende inconfondibile la specie a breve distanza.

Biologia

Si basa quasi esclusivamente sui semi delle conifere. Può covare per tutto l'anno. I mesi invernali e primaverili tuttavia vengono preferiti. Il nido viene costruito dalla femmina con penne, erica, paglia e ginestra nonché peli di animali nel campo superiore degli abeti rossi. La femmina depone dalle tre alle cinque uova bianche e con macchie marroni che vengono tenute in caldo dai 14 ai 16 giorni. Il maschio in questo periodo procura alla femmina il cibo. Dopo circa due settimane i giovani uccellini diventano volcuri e vengono da questo momento in poi nutriti col cibo dai genitori. Solo ora nei maschi si formano le punte del becco a forma di croce.

Uccelli A - G
Versione italiana English version Versión española
Allevare in fattoria naturalmente Allevamento della capra Dalla ghianda al cotechino
Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy