Frullino - Lymnocryptes minimus
Atlante della Fauna selvatica italiana - Uccelli

Classificazione sistematica e distribuzione

Classe: Uccelli
Ordine: Caradriformi
Famiglia: Scolopacidi
Genere: Lymnocryptes 
Specie: minimus

La specie è presente come nidificante nell'Europa nord-orientale ed in Asia settentrionale dal 50° al 70° parallelo. Durante la migrazione si sposta a sud oltre l'equatore.

Frullino Frullino (foto Gerard Mornie natuurbeleving.scene24.net/fotografen/Gerard_Mornie.htm)

Frullino Frullino (foto www.luontoportti.com)

Caratteri distintivi

Lunghezza circa 20 cm, peso ca. 50-90 gr. Dimensioni inferiori a quelle del beccaccino, becco più breve e carnicino con apice scuro, diverso disegno del vertice, coda non a ventaglio. Sessi simili. Piumaggio brunastro con riflessi verdastri nelle parti superiori,striato nelle inferiori e con ventre biancastro.

Biologia

L'habitat naturale del frullino è rappresentato da acquitrini, praterie allagate, risaie, laghi, stagni e fiumi. In Italia trascorre tutto l'inverno ed è di passo in settembre-ottobre e marzo-aprile. A differenza del Beccaccino non emette nessun verso quando si alza in volo e si mostra riluttante ad alzarsi. Abitudini terragnole, si allontana dalla fitta vegetazione soltanto al crepuscolo per cercare cibo. Si nutre principalmente di insetti e delle loro larve. Conduce vita solitaria ed è monogamo. La femmina depone 3-4 uova che vengono incubate per 17-24 gg.

a cura di Sauro Giannerini

Uccelli A - G
Versione italiana English version Versión española
Allevare in fattoria naturalmente Allevamento della capra Dalla ghianda al cotechino

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy