Gabbiano comune - Larus ridibundus Linnaeus, 1776
Atlante della Fauna selvatica italiana - Uccelli

Classificazione sistematica e distribuzione

Classe: Uccelli
Ordine: Caradriiformi
Famiglia: Laridi
Genere: Larus
Specie: L. ridibundus
Sinonimo: Chroicocephalus ridibundus

E' possibile trovarlo dall'Islanda fino alla quasi totalità dell'Europa e dell'Asia Centrale. Habitat: laghi, stagni, vasti canneti, paludi, stagni costieri, centri urbani. Le popolazioni del nord sono migratrici. Gli uccelli che vivono alle latitudini minori invece tendono ad essere stanziali. La maggior parte degli individui dell'area Paleartica settentrionale risiedono nelle zone umide dell'Europa centrale e settentrionale, ma migrano verso il bacino del Mediterraneo durante l'inverno. Gli uccelli che nidificano in Scandinavia migrano verso la Britannia, anche se la maggior parte di loro vola più a sud fino a raggiungere la costa atlantica dell'Africa Occidentale.

Gabbiano comune Gabbiano comune - Larus ridibundus (foto www.darrensfreewallpapers.com)

Gabbiano comune Gabbiano comune - Larus ridibundus (foto www.avibirds.com)

Gabbiano comune Gabbiano comune - Larus ridibundus (foto www.wildaboutbritain.co.uk)

Caratteri distintivi

Peso medio: 200-400 gr
Lunghezza: 34-37 cm
Apertura alare: 100-110 cm

Il maschio e la femmina hanno una livrea identica con colorazione prevalentemente bianca, grigia e nera. In abito nuziale la testa è coperta da un cappuccio marrone scuro e attorno all'occhio vi è un anello bianco. Al di fuori del periodo riproduttivo il cappuccio marrone sparisce; ne rimane solo una macchiolina dietro l'occhio e una sfumatura poco visibile sul capo. Il becco e le zampe sono color rosso scuro, le ali e il dorso grigie con estremità alari bianche e nere con un tipico disegno. I giovani hanno una colorazione screziata di marrone e gradatamente in circa 2 anni assumono la livrea degli adulti. Altre informazioni >>>

Biologia

Benchè sia una specie marina, ha preso l'abitudine di frequentare le aree coltivate e quelle urbane. Si nutre nuotando e raccogliendo il cibo dalla superficie dell'acqua, oppure immergendo il capo al di sotto della superficie. Gli adulti dimostrano una maggiore abilità nella ricerca del cibo rispetto ai giovani, e per questa ragione i giovani sono meno diffidenti nei confronti degli uomini perché da essi possono ricevere del cibo. Quando le risorse di cibo sono scarse, il gabbiano comune ruba le prede che sono state catturate da un individuo della stessa specie o di specie diverse.
Nidifica in vaste colonie che occupano grandi superfici. La distanza tra un nido e l'altro è di 5 metri, e si può abbassare fino ad 1 metro nelle colonie più affollate (con più di 1000 coppie). Il nido è largo 50 centimetri, e viene posto sul suolo o tra la vegetazione bassa delle zone umide. La femmina depone in media 3 uova per nidiata e l'incubazione dura dai 22 ai 26 giorni. Solitamente vi è una sola covata, che si ha tra la fine di aprile e i primi di maggio, ma talvolta ci può essere una covata di sostituzione che ha luogo all'inizio di luglio. Una volta che la coppia si è stabilita in una colonia, diventa molto territoriale e difende la propria area di nidificazione dagli intrusi, anche della stessa specie. Marcano il loro territorio in modo netto delimitando un'area che va dai 9 ai 12 metri quadri. I confini di tale area sono soggetti a continue modifiche a seguito di dispute con le coppie vicine.

Uccelli A - G
Versione italiana English version Versión española
Gli ovini da latte Allevare galline felici Atlante delle razze autoctone

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy