Chiurlo - Numenius arquata
Atlante della Fauna selvatica italiana - Uccelli

Classificazione sistematica e distribuzione

Classe: Uccelli
Ordine: Caradriformi
Famiglia: Scolopacidi
Genere: Numenius
Specie: arquata

La specie è presente come nidificante nell'Europa centrale e settentrionale, dalla svizzera fino al 70° parallelo nord. Si sposta con la migrazione a sud fino al Madagascar e sud Africa. Esistono altre due specie: Chiurlo piccolo (N. phaeopus) e chiurletto (N. tenuirostris). In Italia è di doppio passo e svernante.

 

Chiurlo Chiurlo (foto www.haryana-online.com)

Chiurlo Chiurlo (foto www.ivnvechtplassen.org)

Caratteri distintivi

Lunghezza ca. 50-57cm, peso 600-900 gr. Il Chiurlo rappresenta il più grande scolopacide Europeo, presenta il caratteristico becco lungo e rivolto verso il basso di colore scuro. In Entrambi i sessi il piumaggio è brunastro macchiato o striato di marrone, ventre e groppone bianchi.

Biologia

L'habitat naturale è rappresentato da acquitrini, paludi,zone fangose,pianure inondate,estuari e coste. Presenta volo con lenti battiti d'ala, raggiungendo anche notevole altezze. Abitudini terragnole. Nuota con facilità, si ciba di molluschi di vario tipo, Crostacei e piccoli pesci. Depone una volta l'anno, 4-6 uova covate anche dal maschio per 29-30 giorni. I piccoli nidifughi sono accuditi dal maschio per circa 5-6 settimane.

a cura di Sauro Giannerini

Uccelli A - G
Versione italiana English version Versión española
Gli ovini da latte Allevare galline felici Atlante delle razze autoctone

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy