Storno - Sturnus vulgaris L.
Atlante della Fauna selvatica italiana - Uccelli

Classificazione sistematica e distribuzione

Classe: Uccelli
Ordine: Passeriformi
Famiglia: Sturnidi
Genere: Sturnus
Specie: S. vulgaris

Specie di Passeriforme originaria dell'Eurasia e dell'Africa settentrionale, è stato introdotto dall'uomo anche in Nordamerica e Australia dove si è facilmente ambientato.
Habitat: regioni coltivate, villaggi, città. Durante il periodo di nidificazione predilige luoghi dove ci sia la possibilità di trovare delle cavità per costruire il nido, mentre per il resto dell'anno si adatta a diversi tipi di habitat, dai campi aperti alle paludi d'acqua dolce.

Storno - Sturnus vulgaris L. Storno - Sturnus vulgaris L. (foto http://jrscience.wcp.muohio.edu)

Storni Storni (foto http://toscana-notizie.it)

Caratteri distintivi

Lunghezza totale: 20-23 cm
Apertura alare: 35-40 cm
Peso: 70-90 grammi

Durante il periodo estivo gli adulti hanno il piumaggio di colore nero con riflessi verdi e violetti, visibili soprattutto sulla testa e il petto. Il becco è aguzzo, giallo e leggermente incurvato, le zampe rossastre. La coda è corta, si estende a mala pena oltre le punte delle ali chiuse. Il piumaggio invernale è nero con le punte delle piume di colore chiaro, che danno un aspetto punteggiato di bianco; il becco è marrone scuro. I giovani invece hanno le piume di colore grigio - marrone, la gola biancastra e il becco scuro. L'unico tratto distintivo tra i sessi è una macchia che si trova alla base del becco: è di colore bluastro nei maschi, rossastro nelle femmine.
(Altre informazioni www.istitutoveneto.it)

Biologia

Ama nidificare il luoghi elevati, anche fino a 15 metri, sulle case, tra gli alberi, sulle scogliere, si adatta a fare il nido al suolo se non trova cavità. stagione della riproduzione inizia generalmente in primavera e termina all'inizio dell'estate. Gli storni europei di solito attraversano tre periodi di riproduzione, e il risultato di ognuno è una covata, la prima delle quali avviene in modo simultaneo con gli altri storni che si trovano nella stessa area. L'ultima covata si ha a circa 50 giorni di distanza dalla prima. La femmina depone 4 - 5 uova di colore chiaro, e le cova aiutata in parte dal maschio per almeno 12 giorni. Le prime uova si schiudono all'inizio del mese di aprile, e i piccoli giungono a maturità in luglio. I piccoli lasciano il nido all'età di circa 21 giorni, dopo di che formano dei piccoli stormi. Al progredire dell'estate, gli stormi aumentano di numero fino ad arrivare a comprendere centinaia o addirittura migliaia di individui. Alla sera si radunano assieme da posti lontani anche chilometri per trascorrere la notte.
Uccello onnivoro, si nutr di insetti, semi, invertebrati, vertebrati, piante, frutti. Lo storno nutre i suoi piccoli esclusivamente con insetti.

Uccelli I - Z
Versione italiana English version Versión española
Gli ovini da latte Allevare galline felici Atlante delle razze autoctone

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy