Mignattaio - Plegadis falcinellus L.
Atlante della Fauna selvatica italiana - Uccelli

Classificazione sistematica e distribuzione

Classe: Uccelli
Ordine: Pelecaniformi
Famiglia: Treschiornitidi
Genere: Plegadis
Specie: P. falcinellus L.

Il mignattaio è visibile in tutti i continenti. in Italia nidifica in alcune zone umide della Pianura Padana e della Toscana. Nel nostro paese giunge di solito a primavera, anche se non mancano occasionalmente – soprattutto in Sardegna – individui svernanti.

Mignattaio Mignattaio - Plegadis falcinellus L. (foto André Karwath aka Aka)

Caratteri distintivi

Lunghezza: 53-65 cm
Apertura alare: 80-95 cm

Presenta un caratteristico e lungo becco incurvato verso il basso, con il quale si procaccia facilmente il cibo, camminando sull’acqua bassa della palude dove vive e nidifica. Oltre al becco, il Mignattaio si fa notare per il particolarissimo piumaggio, per lo più nerastro ma con ampie sfumature cromatiche sul dorso. Riflessi “metallici” che risaltano alla luce del sole e si confondono con i riflessi degli acquitrini, abituale terreno di caccia per la specie.

Biologia

La parte essenziale della dieta del Mignattaio è costituita da piccoli pesci, anfibi, ma anche invertebrati e insetti. Nidifica in colonie spesso in compagnia di Aironi e Garzette, nei canneti o, occasionalmente, nei boschi rapariali. Parte della popolazione nidificante in Europa, in autunno torna nei quartieri di svernamento a sud del Sahara.

Mignattaio Mignattaio - Plegadis falcinellus L. (foto Enrico Zarri)

Mignattaio Mignattaio - Plegadis falcinellus L. (foto Alessio Bartolini)

Uccelli I - Z
Versione italiana English version Versión española
Allevare in fattoria naturalmente Allevamento della capra Dalla ghianda al cotechino

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy