Otarda - Otis tarda Linnaeus, 1758
Atlante della Fauna selvatica italiana - Uccelli

Classificazione sistematica e distribuzione

Classe: Uccelli
Ordine: Otidiformi
Famiglia: Otidi
Genere: Otis
Specie: O. tarda Linnaeus, 1758

Nidifica nell'Europa meridionale e centrale e in tutta l'Asia temperata. Le popolazioni europee sono principalmente stanziali, ma gli uccelli asiatici si spostano più a sud in inverno. Accidentali avvitamenti in Italia.

Otarda Otarda - Otis tarda (foto https://javivalladaresblog.wordpress.com)

Otarda Otarda - Otis tarda (foto www.overbosch.de)

Otarda Otarda - Otis tarda (foto www.planetofbirds.com)

Caratteri distintivi

Maschio:
Lunghezza: 110 cm
Apertura alare: 240 cm
Peso: 12 kg
La femmina è più piccola del 30% e pesa la metà, circa 3,5–4 kg.

Un maschio adulto è lungo normalmente 1,1 metri, ha un'apertura alare di 2,4 metri e pesa circa 12 kg. L'uccello più pesante mai registrato pesava 21 kg, sebbene siano stati avvistati esemplari più grandi che non sono però stati misurati. Un maschio adulto ha il dorso bruno ed il ventre bianco, con il lungo collo e la testa grigi. Il petto e i lati della parte inferiore del collo sono castani. Nella stagione degli amori, il maschio sviluppa sul collo delle lunghe setole bianche. In volo, le lunghe ali mostrano vaste aree di colore bianco.
Il petto ed il collo sono bruni. Entrambe i sessi sono solitamente silenziosi. Gli uccelli immaturi assomigliano alla femmina.

Biologia

È gregaria, soprattutto d'inverno. Questa specie è onnivora e si nutre di semi, insetti ed altri piccoli animali, tra cui rane e lucertole. Solitamente è silenziosa, ma durante la stagione riproduttiva emette occasionalmente un rauco richiamo. Nidifica sul terreno tra la vegetazione, depone una sola covata di 2/3 uova (rare 4) che sono covate dalla femmina e si schiudono dopo 25/28. I nidiacei sono nidifughi, sono accuditi dalla femmina che inizialmente provvede anche ad alimentarli. Volano dopo circa 4 settimane e sono indipendenti all'età di 5 settimane circa.

Uccelli I - Z
Versione italiana English version Versión española
Allevare in fattoria naturalmente Allevamento della capra Dalla ghianda al cotechino

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy