Zamia - Zamia spp.
Atlante delle piante da vaso - Piante da appartamento e da balcone

Classificazione, provenienza e descrizione

Nome comune: Zamia.
Genere: Zamia.

Famiglia: Zamiaceae - Cicadaceae

Provenienza: America (dalla Florida ai Caraibi e alla parte settentrionale del Sud America).

Descrizione genere: comprende più di 60 specie, tra cui alcune delle cicadine più minute, che di solito hanno uno stelo corto sotterraneo o superficiale e foglie arcuate divise in foglioline più o meno numerose, per lo più lisce, spesso con i margini dentati o seghettati. I coni maschili e femminili sono prodotti da piante separate e hanno forma diversa. Gli steli di alcune specie sono una fonte di amido usato per scopi alimentari. E' il più vasto e diversificato tra i generi americani di cicadine.

Zamia furfuracea Zamia furfuracea (foto http://ispb.univ-lyon1.fr)

Specie e varietà

Zamia furfuracea: è originaria della costa orientale del Messico; le giovani foglie sono inizialmente giallo chiaro, progressivamente diventano verde oliva e si ricoprono di una peluria rossastra. Man mano che cresce sviluppa coppie di foglie e, a fine sviluppo, ogni stelo, lungo fino a 1 metro, ha due dozzine simmestriche di foglie, poste a 45°. Ha fusto tozzo, in parte sotterraneo, non ramificato, e funge da serbatoio di acqua nelle stagioni secche. Nelle regioni calde può essere coltivata anche all'aperto. Tollera basse temperature purchè il suo tronco a forma di tubero rimanga sotto terra (così come si presenta abitualmente in natura). In un luogo chiuso, invece, il tronco può rimanere fuori dalla terra. Non è particolarmente delicata e sopporta l'aria secca. Deve essere piantata in vaso con terriccio drenante, preferibilmente miscelato con argilla. Evitare di danneggiare le radici delicate e mantenere il substrato moderatamente umido. Può crescere anche in pieno sole.

Zamia pumila: piccola cicadina, originaria delle praterie e delle foreste rade dell'intera regione caraibica, che si sviluppa da steli sotterranei molto ramificati. Le foglie coriacee di colre verde scuro, simili alle fronde delle felci, sono da erette a espanse e lunghe meno di 1 metro. I coni maschili sono cilindrici e quelli femminili ovoidali.

Zamia variegata: presenta foglie multicolori (verdi con screziature gialle).

Piantina di Zamia furfuracea Piantina di Zamia furfuracea

Esigenze ambientali, substrato, concimazioni ed accorgimenti particolari

Queste cicadine sono adatte a vari tipi di clima, ma la maggior parte prospera nelle regioni subtropicali e tropicali; alcune sono semirustiche. Coltivare in ombra parziale su terreno ben drenato; annaffiare abbondantemente durante la stagione di crescita, di rado negli altri periodi. Sono eccellenti come piante per contenitori.

Moltiplicazione

- Propagare in primavera seminando i semi freschi, dopo aver eliminato il rivestimento esterno carnoso.

- Malattie, parassiti e avversità

Nome genere I - Z
Versione italiana English version Versión española
La coltivazione della vite Guida al biologico Coltivare ed allevare per l'autosufficienza della famiglia

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy