Lysimachia - Lysimachia spp.
Atlante delle piante da vaso - Piante da appartamento e da balcone

Classificazione, provenienza e descrizione

Nome comune: Lysimachia.
Genere: Lysimachia.

Famiglia: Primulaceae.

Provenienza: regioni temperate e subtropicali dei due emisferi.

Descrizione genere: comprende circa 200 specie di piante erbacee, qualche volta suffruticose, perenni, che presentano foglie opposte o raggruppate allo stesso livello. Producono fiori, di vari colori, che possono sbocciare isolati o riuniti in grappoli all’ascella delle foglie. L. nummularia è utilizzata per panieri sospesi, mentre L. clethroides è adatta alla produzione di fiori recisi.

Fiori di Lysimachia Fiori di Lysimachia (foto Adriano Sacco)

Specie e varietà

Lysimachia barystachys: originaria dell’Asia orientale, questa specie presenta fusti slanciati che portano foglie lineari, lanceolate e strette, a disposizione alterna e tomentose, che in autunno assumono una bella colorazione giallo-arancio. Da giugno ad agosto produce grappoli fitti e penduli, formati da fiori bianchi. Si sviluppa fino a 60 cm. di altezza e 50 cm. di larghezza.

Lysimachia ciliata: questa specie presenta un portamento eretto, con foglie lanceolate di color “cioccolato al latte” quando sono ancora giovani. Successivamente diventano verdi e, in autunno, assumono toni giallo-arancio e ruggine. Da giugno ad agosto produce fiori gialli, aperti a piatto. Cresce fino a 100 cm. di altezza e 60 cm. di larghezza. Predilige terreni normali ed esposizioni soleggiate o a mezz’ombra. Si espande con facilità. La varietà “Firecracker” presenta foglie di un sorprendente color cioccolato.

Lysimachia clethroides: originaria della Cina e del Giappone, questa specie presenta fusti poco ramificati che portano foglie ovali, lunghe 5-12 cm., opposte, di colore verde chiaro opaco, che in autunno assumono spesso tonalità rosso-arancio. Da luglio a settembre produce piccoli fiori stellati e bianchi, riuniti in lunghi grappoli, curiosamente slanciati e piegati. Cresce fino a 80-100 cm. di altezza e 60 cm. di larghezza.

Lysimachia congestiflora: fiorisce da maggio a settembre; alta 30 - 40 cm, con portamento prostrato; ha foglie di colore verde scuro e fiori di colore giallo dorato.

Lysimachia ephemerum: originaria dell’Europa sud-occidentale, questa specie presenta fusti eretti ricoperti da foglie lineari, strette, di colore grigio-verde, lisce, opposte e riunite alla base. In giugno-luglio produce piccoli fiori bianchi riuniti in spighe sottili lunghe 30 cm. Cresce fino a 1 m. di altezza e 60 cm. di diametro.

Lysimachia nummularia: originaria dell’Europa, questa specie presenta portamento tappezzante con fusti, lunghi e radicanti, che possono raggiungere i 50 cm. di lunghezza e che portano foglie opposte, di forma ovale o rotondeggiante e di colore verde lucido. Da maggio a luglio produce fiori giallo oro, che sbocciano, generalmente solitari, all’ascella delle foglie. Predilige terreni umidi (in riva a laghetti o stagni) ed esposizioni a mezz’ombra o all’ombra. La varietà “Aurea” presenta foglie giallo oro.

Lysimachia punctata: originaria dell’Europa sud-orientale, dell’Italia e dell’Asia Minore, questa specie presenta fusti eretti che portano foglie di forma ovale-lanceolata, vellutate e verticillate in numero di 3 o 4. Da giugno ad agosto produce fiori giallo oro che sbocciano riuniti all’ascella delle foglie. Cresce fino a un metro di altezza. Questa specie particolarmente robusta si adatta bene anche a terreni normali o asciutti.

Lysimachia vulgaris: originaria dell’Europa, questa specie presenta fusti eretti che portano foglie lanceolate, di colore verde intenso, riunite in verticilli di quattro. Da giugno ad agosto produce grappoli terminali o ascellari di fiori gialli con i margini color arancio o con un segno rosso al centro. Predilige terreni umidi ed esposizioni al sole o a mezz’ombra. Cresce fino a 1,2 m. di altezza.

Lysimachia Lysimachia (foto Adriano Sacco)

Lysimachia nummularia Lysimachia nummularia (Giardino Botanico di Berlino) (foto www.agraria.org)

Esigenze ambientali, substrato, concimazioni ed accorgimenti particolari

Temperatura: la maggior parte delle specie è resistente al freddo.
Luce: esposizione soleggiata o a mezz’ombra.
Annaffiature e umidità ambientale: annaffiare frequentemente.
Substrato: prediligono terreni argillosi o terreni normali arricchiti di terriccio.
Concimazioni ed accorgimenti particolari: si piantano in ottobre o aprile in posizione soleggiata o parzialmente ombreggiata. Le specie alte necessitano di sostegni. L. nummularia si coltiva ai bordi di laghetti o vasche con i rami rivolti verso l’acqua.

Moltiplicazione

Si possono ottenere nuovi esemplari per divisione dei cespi da effettuarsi in ottobre o in marzo, avendo cura di ripiantare immediatamente le porzioni ottenute. Alcune specie possono essere moltiplicate per talee, lunghe 8-10 cm. che devono essere piantate direttamente a dimora.

Malattie, parassiti e avversità

 

Nome genere I - Z
Versione italiana English version Versión española
La coltivazione della vite Guida al biologico Coltivare ed allevare per l'autosufficienza della famiglia

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy