Salice azzurro - Salix daphnoides Vill.
Atlante degli alberi - Piante forestali

Classificazione, origine e diffusione

Divisione: Spermatophyta
Sottodivisione: Angiospermae
Classe: Dicotyledones
Ordine: Salicales
Famiglia: Salicaceae

Il Salice azzurro è una specie montano-subalpina di origine europea; si trovanelle zone umide lungo i fiumi e i torrenti dai 1000 ai 1800 metri di quota. In Italia è presente sulle Alpi e sull'Appennino fino ai Monti Sibillini.

Salice azzurro Salice azzurro - Salix daphnoides Vill. (foto www.biolib.de)

Salice azzurro Salice azzurro - Salix daphnoides Vill. (foto www.waldwissen.net)

Caratteristiche generali

Portamento, tronco e corteccia
Albero alto fino a 15 metri, con chioma espansa a forma di omblello; il tronco è sinuoso, con scorza prima liscia di colore grigio chiaro, poi segnata da radi solchi longitudinali.
Foglie
Foglie decidue, alterne, munite di picciolo, ovato-oblunghe, lanceolate o ellittico-lanceolate, lunghe fino a 10 cm, con apice acuto e margine finemente dentato. Glabre, lucide e verde scuro sopra, glauche sotto.
Strutture riproduttive
Fiori unisessuali in spighe cilindriche allungate, peloso-lanose. I frutti sono piccole capsule a forma di pera allungata che si aprono in due valve liberando piccoli semi lineari e pelosi.

Usi

A volte viene usata per i vimini da intreccio (mediocre qualità). Viene usta per consolidare le sponde di torrenti montani.

Latifoglie
Versione italiana English version Versión española
Guida pratica alla Permacultura Manuale di Lombricoltura Le Insalate

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy