Fragno - Quercus trojana Webb
Atlante degli alberi - Piante forestali

Classificazione, origine e diffusione

Divisione: Spermatophyta
Sottodivisione: Angiospermae
Classe: Dicotyledones
Famiglia: Fagaceae

Il Fragno è una quercia originaria dell'Europa sudorientale (dalla Puglia, ai Balcani, fino al Mar Nero); specie tipicamente mediterranea, cresce dal livello del mare fino ai 600 metri circa di quota. In Italiasi trova in Puglia (Murge e Salento) e in Basilicata (Matera).

Fragno Fragno - Quercus trojana Webb (foto www.pavia.be)

Fragno - Quercus trojana Webb

Caratteristiche generali

Dimensione, tronco e corteccia
Può raggiungere i 15 metri di altezza, ma spesso ha un portamento quasi arbustivo. La chioma è globosa-espansa in orizzontale, con tronco diritto e ramoso fino alla base. La scorza, è solcata e scura.
Foglie
Le foglie sono coriacee, lucide, alterne, a lamina obovata-oblunga, seghettate, sono lunghe fino a 9 cm e verdeggiano tutto l'inverno per cadere, ormai diseccate e color dell'oro bruciato, soltanto nella primavera successiva a quella di formazione.
Strutture riproduttive
I fiori maschili, in glomeruli disposti in amenti sottili, sono dotati di un piccolo perigonio di 6 tepali; quelli femminili, sessili, sono disposti sui rami singolarmente o a gruppetti di 2-4.
Il frutto è una ghianda globosa, lungo da due a quattro centimetri, matura in due anni ed è protetto da una cupola squamosa.

Usi

Il legno di fragno è impiegato prevalentemente come legna da ardere. Poco coltivato in Italia.

Latifoglie
Versione italiana English version Versión española
La coltivazione della vite Guida al biologico Coltivare ed allevare per l'autosufficienza della famiglia
Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy