Fragno - Quercus trojana Webb
Atlante degli alberi - Piante forestali

Classificazione, origine e diffusione

Divisione: Spermatophyta
Sottodivisione: Angiospermae
Classe: Dicotyledones
Famiglia: Fagaceae

Il Fragno è una quercia originaria dell'Europa sudorientale (dalla Puglia, ai Balcani, fino al Mar Nero); specie tipicamente mediterranea, cresce dal livello del mare fino ai 600 metri circa di quota. In Italiasi trova in Puglia (Murge e Salento) e in Basilicata (Matera).

Fragno Fragno - Quercus trojana Webb (foto www.pavia.be)

Fragno - Quercus trojana Webb

Caratteristiche generali

Dimensione, tronco e corteccia
Può raggiungere i 15 metri di altezza, ma spesso ha un portamento quasi arbustivo. La chioma è globosa-espansa in orizzontale, con tronco diritto e ramoso fino alla base. La scorza, è solcata e scura.
Foglie
Le foglie sono coriacee, lucide, alterne, a lamina obovata-oblunga, seghettate, sono lunghe fino a 9 cm e verdeggiano tutto l'inverno per cadere, ormai diseccate e color dell'oro bruciato, soltanto nella primavera successiva a quella di formazione.
Strutture riproduttive
I fiori maschili, in glomeruli disposti in amenti sottili, sono dotati di un piccolo perigonio di 6 tepali; quelli femminili, sessili, sono disposti sui rami singolarmente o a gruppetti di 2-4.
Il frutto è una ghianda globosa, lungo da due a quattro centimetri, matura in due anni ed è protetto da una cupola squamosa.

Usi

Il legno di fragno è impiegato prevalentemente come legna da ardere. Poco coltivato in Italia.

Latifoglie
Versione italiana English version Versión española
I funghi dal vero La fattoria biologica Come fare del buon vino
Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy