Maggiociondolo - Laburnum anagyroides Medik.
Atlante degli alberi - Piante forestali

Classificazione, origine e diffusione

Divisione: Spermatophyta
Sottodivisione: Angiospermae
Classe: Dicotyledones
Ordine: Fabales
Famiglia: Fabaceae

Il Maggiociondolo è un albero originario dell'Europa meridionale, dal sudovest della Francia ai Balcani. In Italia è presente in tutte le regioni, escluse le isol. Simile è il Maggiociondolo alpino, che vive a un dislivello altitudinale superiore.

Maggiociondolo Maggiociondolo - Laburnum anagyroides Medik. (foto www.kolibrikerteszet.hu)

Maggiociondolo Maggiociondolo - Laburnum anagyroides Medik. (foto www.cambridge2000.com)

Caratteristiche generali

Portamento, tronco e corteccia
Alberello alto fino a 8 metri, con chioma irregolare; il tronco è diritto, spesso policormico, rivestito di una scorza verdastra con lenticelle grigiastre. I giovani rametti sono ricoperti di una fitta peluria grigiastra.
Foglie
Le foglie sono decidue, alterne, dotate di lungo picciolo e composte da tre segmenti ellittici a margine intero, lunghi fino a 6 cm.
Strutture riproduttive
I fiori sono di color giallo, riuniti in racemi densi, pendenti e lunghi fino a 30 cm. Il frutto è un legume lungo 5 cm, di forma irregolare.

Usi

Il legno del maggiociondolo è molto duro, scuro e viene usato in liuteria. Le parti verdi della pianta e i semi contengono citisina, alcaloide tossico che provoca vomito, diarrea e paralisi respiratoria.

Latifoglie
Versione italiana English version Versión española
Guida pratica alla Permacultura Manuale di Lombricoltura Le Insalate
Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy