Salice da vimini - Salix viminalis L.
Atlante degli alberi - Piante forestali

Classificazione, origine e diffusione

Divisione: Spermatophyta
Sottodivisione: Angiospermae
Classe: Dicotyledones
Ordine: Salicales
Famiglia: Salicaceae

Il Salice da vimini si trova dall'Europa centrosettentrionale alla Siberia. Introdotto in Italia sin dall'antichità come pianta da vimini, oggi la sua coltivazione è stata largamente abbandonata e rimane in gruppi sparuti specie nel settore meridionale della Pianura Padana.

Salice da vimini Salice da vimini - Salix viminalis L.

Salice da vimini Salice da vimini - Salix viminalis L. (foto http://domenicus.malleotus.free.fr)

Caratteristiche generali

Portamento, tronco e corteccia
Alberello alto fino a 10 metri, con chioma cespugliosa ed espansa. I rami sono inizialmente brunastri e pelosi, per poi divenire lisci intorno ai 2 anni.
Foglie
Le foglie sono lineari, verde scuro sopra, bianche inferiormente e spesso dai margini ripiegati verso il basso.
Strutture riproduttive
Presenta fiori monoici: quelli maschili in amenti incurvati, con 2 stami e antere gialle; quelli femminili in amenti incurvati e peduncolati. Il frutto è una capsula ovoidale, pubescente, con semi provvisti di peli.

Usi

E' da sempre impiegata com pianta da vimini, per i suoi giovani getti molto lunghi, diritti, resistenti e flessibili. Viene capitozzato per aumentare la produzione dei rami, che sono impiegati per la costruzione di cestini o usati per legare le viti.

Latifoglie
Versione italiana English version Versión española
Il mio frutteto biologico Orto e giardino biologico Coltivare l'olivo

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy