Salice azzurro - Salix daphnoides Vill.
Atlante degli alberi - Piante forestali

Classificazione, origine e diffusione

Divisione: Spermatophyta
Sottodivisione: Angiospermae
Classe: Dicotyledones
Ordine: Salicales
Famiglia: Salicaceae

Il Salice azzurro è una specie montano-subalpina di origine europea; si trovanelle zone umide lungo i fiumi e i torrenti dai 1000 ai 1800 metri di quota. In Italia è presente sulle Alpi e sull'Appennino fino ai Monti Sibillini.

Salice azzurro Salice azzurro - Salix daphnoides Vill. (foto www.biolib.de)

Salice azzurro Salice azzurro - Salix daphnoides Vill. (foto www.waldwissen.net)

Caratteristiche generali

Portamento, tronco e corteccia
Albero alto fino a 15 metri, con chioma espansa a forma di omblello; il tronco è sinuoso, con scorza prima liscia di colore grigio chiaro, poi segnata da radi solchi longitudinali.
Foglie
Foglie decidue, alterne, munite di picciolo, ovato-oblunghe, lanceolate o ellittico-lanceolate, lunghe fino a 10 cm, con apice acuto e margine finemente dentato. Glabre, lucide e verde scuro sopra, glauche sotto.
Strutture riproduttive
Fiori unisessuali in spighe cilindriche allungate, peloso-lanose. I frutti sono piccole capsule a forma di pera allungata che si aprono in due valve liberando piccoli semi lineari e pelosi.

Usi

A volte viene usata per i vimini da intreccio (mediocre qualità). Viene usta per consolidare le sponde di torrenti montani.

Latifoglie
Versione italiana English version Versión española
I funghi dal vero La fattoria biologica Come fare del buon vino
Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy