Noce - Juglans regia L.
Atlante degli alberi - Piante forestali

Classificazione, origine e diffusione

Divisione: Spermatophyta
Sottodivisione: Angiospermae
Classe: Dicotyledones
Famiglia: Juglandaceae

Originario dell'Asia centro-occidentale, il noce è stato introdotto in Europa in epoca antichissima per i suoi frutti eduli. In Italia si trova in tutta la penisola e nelle isole fino a 1000 metri di altitudine.

Foglie di Noce Foglie di Noce (foto www.agraria.org)

Frutti di Noce Frutti di Noce

Noce Noce - Juglans regia L. (foto www.biolib.de)

Caratteristiche generali

Dimensione e portamento
Raggiunge i 30 metri di altezza. e presenta una chioma espansa e arrotondata.
Tronco e corteccia
Tronco massiccio e diritto, con corteccia grigio chiara, liscia da giovane poi rugosa e solcata soprattutto longitudinalmente.
Foglie
Foglie decidue, composte, imparipennate , costituita solitamente 7 foglioline ovoidali-ellittiche a margine liscio.
Strutture riproduttive
Specie monoica con fiori unisessuali, quelli maschili in amenti penduli, quelli femminili nell' ascella delle foglie terminali sui nuovi rami. Il frutto è una drupa globosa; l'esocarpo (mallo) carnoso, verde, annerisce a maturità liberando l'endocarpo legnoso (la noce) costituito da due valve che racchiudono il gheriglio, rivestito da una sottile pellicola e costituito da due cotiledoni sinuosi.

Usi

I frutti eduli sono ricchi di olio e zuccheri vengono impiegati anche nell'industria della cosmesi e farmaceutica. Il legno è molto pregiato, duro, compatto, resistente e di facile lavorazione e viene usato per la costruzione di mobili e parquet.. Molto usato anche come pianta ornamentale in parchi e giardini.

Indicazioni selvicolturali

Coltivato principalmente per il frutto, produce anche legno apprezzatissimo. Si coltiva in arboreti con sesto d'impianto che può arrivare a 10 X 10. Durante il ciclo vitale si devono eseguire potature per indurre le piante ad avere un fusto netto e poche ramificazioni.
Sono stati impiantati di recente popolamenti con cultivar esclusivamente da legno, in genere si usano individui adatti sia per la produzione di frutto sia per quella del legno. Particolarmente apprezzati sono i tronchi di lunghezza superiore a 4 metri. In genere i noci si utilizzano ad una età che varia dai 50 ai 70 anni.

Latifoglie
Versione italiana English version Versión española
La coltivazione della vite Guida al biologico Coltivare ed allevare per l'autosufficienza della famiglia

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy