Terrier Tibetano
Atlante delle razze di Cani

Origine, classificazione e cenni storici

Origine: Tibet (Cina) - Gran Bretagna.
Classificazione F.C.I.: Gruppo 9 - cani da compagnia

Il Terrier Tibetano (Tibetan Terrier - Terrier tibétain) è una razza dalle antichissime origini. È ormai provato e anche confermato da molti studiosi e appassionati, che questa razza ha contribuito a dare vita a molte altre razze canine. È stato oggetto di culto nei monasteri lambisti. È stato anche il guardiano della città santa di Lhasa.

Aspetto generale

Cane un po’ al di sotto della media taglia. La caratteristica estetica di questa razza che salta subito all’occhio è il caratteristico mantello formato da pelo abbondante, fine e lungo che non deve apparire setoso né lanoso. Il suo tronco è vigoroso, ben proporzionato. I suoi occhi non sono, quasi per niente, visibili. È razza molto affascinante.

Carattere

E' un cane estremamente robusto e resistente alle intemperie. Si presenta sempre molto allegro e vivace. È un giocherellone. Cane astutissimo. Molto simpatico e adatto per stare con i bambini. È un discreto cane da compagnia. È anche in grado di fare la guardia abbaiando con la sua forte voce. Non rivela mai segni di aggressività, neanche nei confronti di intrusi. È un cane adattissimo per la vita in casa e in appartamento poiché è molto pulito, molto educato e gentile. Può vivere anche in giardino. Il suo particolare pelo necessita di cure, specie per i soggetti da show; si deve perciò imparare a toelettarlo in modo adeguato.

Terrier Tibetano
Terrier Tibetano (foto www.lostvalleytibetanterrier.com)

Terrier Tibetano Terrier Tibetano (foto www.lostvalleytibetanterrier.com)

Terrier Tibetano Terrier Tibetano (foto www.lostvalleytibetanterrier.com)

Standard

Altezza:
 - maschi tra i 35,6 ed i 40,6 cm
 - femmine un po’ meno dei maschi.

Tronco: compatto e vigoroso.
Testa e muso: la testa, senza essere massiccia, è robusta, con muso corto e mascella inferiore ben sviluppata.
Tartufo: di colore nero.
Denti: di buono sviluppo.
Collo: robusto.
Orecchie: a forma di “V”, fornite di frange, pendenti.
Occhi: grandi e rotondi, di colore scuro.
Arti: diritti e ben muscolosi.
Spalla: muscolosa e con buona inclinazione.
Muscolatura: di buono sviluppo.
Coda: di media lunghezza, portata gaiamente sul dorso.
Pelo: quello di copertura è abbondante e fine, lungo, liscio od ondulato ma non arricciato. Sottopelo fine e lanoso.
Colori ammessi: bianco, dorato, panna, grigio, fumo o nero. Pluricolore e tricolore. Sono esclusi il cioccolato e il fegato.
Difetti più ricorrenti: enognatismo, misure fuori standard, obesità, testa atipica, orecchie portate male, occhio ben visibile, occhio chiaro, arti non diritti e non in appiombo, monorchidismo, criptorchidismo, colori del manto diversi da quelli dichiarati nello standard, mascella deviata, pelo troppo corto, pelo non curato, movimento scorretto, muscolatura insufficiente, retrotreno difettoso, carattere timido, coda portata male.

a cura di Vinattieri Federico - www.difossombrone.it

Razze estere da R a Z
Versione italiana English version Versión española
Pesci d'acquario Cani e bambini Enciclopedia dei Gatti

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy