Sloughi - Levriero Arabo
Atlante delle razze di Cani

Origine, classificazione e cenni storici

Origine: Marocco.
Classificazione F.C.I.: Gruppo 10 - levrieri.

Il Levriero Arabo o Sloughi è una razza presente da millenni in Nord Africa. È con molte probabilità originaria dell’Oriente. Gli Arabi, i quali disprezzano tutti gli altri cani, considerano questo un animale nobile, insieme all’altro “levriero sacro”, il “Saluki”. Nella sua terra venne chiamato Sloughi, che tutt’oggi è il suo nome originale. Una leggenda araba dice che quando uno Sloghi vede una gazzella che sta tagliando un filo d’erba la raggiunge prima che essa abbia finito di masticarlo.

Aspetto generale

Cane di grande taglia. Classificato morfologicamente come tipo Graioide. Ha ossatura accentuata, muscolatura asciutta e finezza dei tessuti. La sua testa è più importante di quella del “Greyhound”, ma senza essere massiccia.

Carattere

E' un cane robustissimo. Può vivere in appartamento, ma esige molto movimento. Dicono che sia il più intelligente tra i levrieri. Riservato verso gli estranei. Molto dolce e affettuoso in famiglia. Si comporta educatamente in casa ed è molto pulito. Non è molto adatto ai bambini. In famiglia è silenzioso e discreto, non si rivela mai invadente più di tanto. Abbaia molto poco.

 

Sloughi - Levriero Arabo Sloughi - Levriero Arabo (foto www.sloughi.com)

Sloughi - Levriero Arabo Sloughi - Levriero Arabo (foto www.sloughi.com)

Standard

Altezza:
 - maschi tra i 66 ed i 72 cm
 - femmine tra i 61 ed i 68 cm.

Tronco: con muscolatura asciutta. Ben proporzionato. Torace profondo e linea dorsale orizzontale. Ventre retratto, ma meno che nel “Greyhound”.
Testa e muso: la testa è importante, ma senza essere massiccia. Il cranio è piatto, abbastanza largo, arrotondato nella parte posteriore. Lo stop è appena accennato. Il muso ha la forma di un cono allungato, affinato, ma senza eccesso, un po’ più corto del cranio.
Tartufo: scuro.
Denti: dentatura completa e corretta. Di buon sviluppo i denti.
Collo: allungato, ben proporzionato.
Orecchie: sono inserite alte, pendenti, ben aderenti alla testa.
Occhi: sono grandi, scuri; color topazio bruciato nei soggetti a mantello chiaro.
Arti: sono secchi, con ossa piatte e tendini ben distaccati.
Spalla: con giusta inclinazione.
Andatura: incredibilmente veloce al galoppo. Andatura rapida anche al trotto, con eccellente spinta.
Muscolatura: asciutta, ma di buono sviluppo.
Coda: è sottile, scarna, senza frange o peli lunghi; arriva almeno alla punta del garretto.
Pelle: ben aderente al corpo in ogni sua parte.
Pelo: raso e fine.
Colori ammessi: sabbia, sabbia chiaro, sabbia rossiccio, sabbia antracite, tigrato. Tutti con o senza maschera nera e con o senza sella nera.
Difetti più ricorrenti: mancanza di premolari, mascella deviata, prognatismo, enognatismo, carattere pauroso, pelo corto, pelo ondulato, monorchidismo, criptorchidismo, misure fuori standard, muscolatura insufficiente, occhio chiaro, depigmentazione del tartufo, angolazioni eccessive o insufficienti, coda troppo corta o portata male, collo corto, testa atipica, orecchie portate male, dorso insellato, movimento scorretto, atipicità, colori non ammessi dallo standard.

a cura di Vinattieri Federico - www.difossombrone.it

Razze estere da R a Z
Versione italiana English version Versión española
Pesci d'acquario Cani e bambini Enciclopedia dei Gatti

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy