Rhodesian Ridgeback
Atlante delle razze di Cani

Origine, classificazione e cenni storici

Origine: Kennel Union of Southern Africa e Zimbabwe.
Classificazione F.C.I.: Gruppo 6 - segugi e cani per pista di sangue.

C’è un po’ di mistero sulle origini di questa particolare razza canina. Cani con le medesime caratteristiche del Rhodesian Ridgeback (Chien de Rhodésie à crete dorsale), cioè con la tipica cresta, esistono solamente in due punti della Terra, l’Africa del Sud e il Siam, dove giunse in seguito al commercio degli schiavi. Esiste una leggenda per la quale la cresta sul dorso sarebbe la zampata di un leone. Questa razza è poco conosciuta in Italia e nel resto d’Europa; è molto difficile trovare un cucciolo.

Aspetto generale

Cane forte e muscoloso; di media taglia. tronco dalle forme sintetiche, capace di resistenza e rapidità. Cane ben proporzionato. La caratteristica che rende unica la razza è la tipica e particolarissima cresta sul dorso.

Carattere

Cane vivacissimo, molto allegro, molto coraggioso; cane buono e fedele sia con il padrone che con la famiglia. Adatto anche per stare insieme ai bambini. È un cane rusticissimo e robusto che non ha problemi di salute. Può essere tenuto sia in casa che in giardino, poiché non teme le intemperie. È stato selezionato per la caccia al leone: il suo compito consiste nel segnalare una belva abbaiando. La sua strategia è attirare la belva con funte fughe fino a portarlo davanti al fucile del padrone.

Rhodesian Ridgeback Maschio di Rhodesian Ridgeback (foto www.agraria.org)

Rhodesian Ridgeback Maschio di Rhodesian Ridgeback (foto www.agraria.org)

Rhodesian Ridgeback Rhodesian Ridgeback (foto www.agraria.org)

Standard

Altezza:
 - maschi fino a 65 cm;
 - femmine fino a 62,5 cm.

Tronco: tronco con forme simmetriche, capace di resistenza e rapidità.
Testa e muso: è di buona lunghezza. Cranio piatto, piuttosto largo tra le orecchie, esente da rughe quando il cane è in riposo. Il muso è lungo, profondo, robusto; lo stop piuttosto segnato.
Tartufo: il tartufo è sempre di colore nero. Narici ben aperte.
Denti: la dentatura deve essere completa e corretta. Articolazione a forbice.
Collo: robusto.
Orecchie: sono attaccate piuttosto alte, di grandezza media, aderenti alla testa.
Occhi: rotondi, brillanti, di colore in armonia con il manto.
Arti: sono forti, di buona ossatura, bene in appiombo.
Spalla: spalla ben angolata.
Coda: è portata con una curva verso l’alto, mai arrotolata.
Pelo: corto, fitto, liscio, brillante, né lanoso né setoso. Subito dietro le spalle inizia la caratteristica cresta di pelo che deve contenere al suo inizio due corone identiche opposte l’una all’altra. La cresta è la caratteristica distintiva della razza.
Colori ammessi: varia dal grano chiaro al grano rosso. Ammesso un po’ di bianco al petto e sulle dita.
Difetti più ricorrenti: prognatismo, enognatismo, difetti di dentatura, carattere aggressivo o timido, monorchidismo, criptorchidismo, cresta assente, cresta poco evidente, pelo lungo, ossatura troppo leggera, muscolatura insufficiente, orecchie portate male, tartufo depigmentato, colori non ammessi, angolazioni scorrette, coda portata male, andatura scorretta.

a cura di Vinattieri Federico - www.difossombrone.it

Razze estere da R a Z
Versione italiana English version Versión española
Il coniglio nano Il manuale del Gatto Enciclopedia internazionale dei Cani

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy