Segugio Serbo - Serbski gonic
Atlante delle razze di Cani

Origine, classificazione e cenni storici

Origine: Serbia e Montenegro.
Classificazione F.C.I.: Gruppo 6 - segugi e cani per pista di sangue.

Tutto quello che gli esperti e gli appassionati hanno scoperto del Segugio Serbo (Serbski gonic - Balkanski Gonic - Segugio dei Balcani - Chien courant serbe) è che deriva dai Segugi importati dai Fenici in Europa. Questo cane si è adattato e si è sviluppato nei paesi balcanici, dove esiste da moltissimo tempo. Ci sono dei dipinti di secoli fa che lo rappresentano accanto a persone importanti.

Aspetto generale

Cane di media taglia. Segugio mediolineo. La razza è nota anche con il nome di Segugio dei Balcani. È discretamente diffuso nella sua patria d’origine. Si può vedere raramente negli altri Paesi, sia europei che extra-europei.

Carattere

Questo segugio è un ottimo cacciatori, soprattutto di lepri, cinghiali e caprioli. È un cane che si adatta ad ogni tipo di terreno e clima. Molto pieno di grinta, volenteroso e intelligente. Sul lavoro è instancabile. Può vivere, senza problemi, a contatto diretto con i bambini. Ha bisogno di molto esercizio fisico. Non è indicato per la vita cittadina. Ama molto correre e fare lunghissime passeggiate. La sua aspirazione giornaliera è esplorare nuove zone e far contento il suo padrone nel stanare la preda. Possiede un ottimo fiuto.

Segugio Serbo
Segugio Serbo (foto www.tiptopglobe.com)

Segugio Serbo Segugio Serbo (foto www.balkankinology.net)

Standard

Altezza:
 - maschi tra i 46 ed i 54 cm
 - femmine tra i 44 ed i 52 cm.

Tronco: mediolineo. Abbastanza robusto e di giusta lunghezza.
Testa e muso: tipica testa da segugio. Muso allungato, cranio sufficientemente largo. Espressione molto docile e intelligente.
Tartufo: nero.
Denti: dentatura completa e corretta.
Collo: ben inserito e abbastanza robusto.
Orecchie: sono di lunghezza media, ben applicate contro le guance, piatte, di media larghezza, arrotondate alla loro estremità, un poco carnose.
Occhi: sono di forma ovale, espressivi, di colore marrone, con palpebre nere e sguardo chiaro.
Arti: ossatura di buono sviluppo. Arti solidi, perfettamente in appiombo. Diritti. Muscolatura di ottimo sviluppo. Posteriore con giuste angolazioni. Piede ben proporzionato.
Spalla: ben inclinata e ben muscolosa.
Andatura: sciolta e abbastanza rapida.
Muscolatura: di ottimo sviluppo.
Coda: attaccata moderatamente alta. Forte alla base, si restringe progressivamente verso l’estremità. È portata bassa e leggermente a sciabola. In lunghezza non supera mai il garretto.
Pelle: ben elastica e abbastanza morbida al tatto.
Pelo: corto, folto, lucido, un poco grossolano, raso, con sottopelo.
Colori ammessi: di fondo rosso-volpe oppure rosso- formentino. Sulla parte superiore del tronco può essere presente una copertura più o meno sviluppata o semplicemente una sella di colore nero. La copertura può arrivare fino alla testa con macchie nere sui due lati delle tempie.
Difetti più ricorrenti: prognatismo, enognatismo, misure fuori standard, colori non ammessi dallo standard, coda portata alta, orecchie troppo lunghe o portate in mal modo, tartufo depigmentato, testa eccessivamente larga, muscolatura insufficiente, arti deboli, cane troppo gracile, occhio chiaro, monorchidismo, criptorchidismo, carattere timido o pauroso, pelo lungo, pelo ruvido, palpebre chiare, angolazioni eccessive e insufficienti.

a cura di Vinattieri Federico - www.difossombrone.it

Razze estere da R a Z
Versione italiana English version Versión española
Pesci d'acquario Cani e bambini Enciclopedia dei Gatti

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy