Griffon Boulet
Atlante delle razze di Cani

Origine, classificazione e cenni storici

Origine: Francia.
Classificazione F.C.I.: Gruppo 7 - cani da ferma

Il Griffone a pelo morbido (Griffon à poil laineux - Boulet) è chiamato anche “Boulet”, nome del suo indiscusso creatore. Nella seconda metà dell’Ottocento, Emanuele Boulet di Elbeuf, appassionato cacciatore nelle foreste di Bord e Londe, incrociando antichi “Grifoni” locali, alcuni “cani da pastore” locali, non meglio identificati, e riuscì a creare la nuova razza. Alcuni sostengono che nella sua creazione siano stati utilizzati anche dei “Barboni”. Il prodotto di tale accoppiamenti fu un cane di nome “Marco”, che fu il capostipite di moltissimi Grifoni a pelo morbido. Successivamente si riuscì a fissare i caratteri tipici della nuova razza. La sua diffusione è veramente scarsa.

Aspetto generale

Cane di media taglia, mesomorfo mesocefalo. Classificato morfologicamente come tipo Braccoide. Nel suo aspetto generale si presenta vigoroso, robusto, rustico. Il suo muso è lungo e largo e ben quadrato, guarnito di forti mustacchi. L’impressione generale deve essere di forza e sicurezza. Strutturalmente molto simile al “Korthals”.

Carattere

E' una razza equilibrata, dolce, affettuoso e decisamente intelligente. È un compagno dolce, che conserva sempre la sua calma. È una razza che non necessita di grandi attenzioni, poiché è molto resistente al clima rigido e a qualunque luogo. Per mantenerlo in perfette condizioni estetiche basta spazzolarlo con periodicità. Doti caratteriali simile all’omonima razza a pelo duro.

Griffon Boulet
Griffon Boulet

Griffon Boulet
Griffon Boulet (foto http://chien.ouest-atlantis.com)

Standard

Altezza:
 - maschi tra i 55 ed i 60 cm
 - femmine tra i 50 ed i 55 cm.

Tronco: torace largo e profondo. Reni forti, un po’ arrotondate, di linea armoniosa.
Testa e muso: aspetto cespuglioso, muso lungo e largo, ben squadrato, guarnito da folti baffi.
Tartufo: biondo o bruno, con narici ben aperte.
Denti: forti, completi nel numero.
Collo: appena un po’ lungo.
Orecchie: pendenti, attaccate abbastanza in basso, leggermente arrotondate, ben guarnite di peli lisci o ondulati.
Occhi: intelligenti e buoni, sormontati da folte sopracciglia che li lasciano scoperti o li velano appena; iride sempre gialla.
Arti: anteriori forti, muscolosi, guarniti di pelo; abbastanza lunghi fino in basso. Posteriori con cosce lunghe e molto discese; garretti più flessi che dritti. Piedi un po’ allungati, a manichetta, unghie ricoperte dal pelo.
Spalla: non molto oblique.
Muscolatura: piuttosto ben sviluppate.
Coda: dritta, ben portata, guarnita di pelo ma senza pennacchio.
Pelo: mediamente sericeo, non lucido, liscio o ondulato, mai riccio.
Colori ammessi: marrone foglia morta, con o senza bianco; in ogni caso, non ci devono mai essere grandi macchie bianche.
Difetti più ricorrenti: prognatismo, enognatismo, misure fuori standard, atipicità, colori non ammessi, retrotreno difettoso, testa stretta, monorchidismo, criptorchidismo, movimento scorretto, muso poco squadrato.

a cura di Vinattieri Federico - www.difossombrone.it

Razze estere da C a G
Versione italiana English version Versión española
Il coniglio nano Il manuale del Gatto Enciclopedia internazionale dei Cani

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy