Cane da Pastore della Russia Meridionale
Atlante delle razze di Cani

Origine, classificazione e cenni storici

Origine: Russia.
Classificazione F.C.I.: Gruppo 1 - cani da pastore e bovari (escluso bovari svizzeri).

Il Cane da Pastore della Russia Meridionale (Ioujonrousskaïa Ovtcharka, Berger de russie méridionale, Südrussischer Ovtcharka, South Russian Sheperd Dog, Perro de Pastor de Rusia Meridional) appartiene al gruppo degli “Ovtcharka”, composto dai tre cani da pastori russi. Questa razza è stata la prima delle tre ad essere riconosciuta dalla Federazione Cinologica Internazionale; il suo riconoscimento ufficiale risale all’anno 1983. è il meno diffuso delle tre in Europa. Come nelle altre tre razze di Ovtcharka c’è molto mistero sulle origini; si pensa che derivi dall’antico “Mastino del Tibet”, ma secondo alcuni autori si sarebbe sviluppato direttamente dal lupo siberiano. È tutt’oggi utilizzato come guardiano del gregge in Crimea e Ucraina.

Aspetto generale

Cane di grande taglia. Deve dare una sensazione di robustezza e di potenza, con muscolatura massiccia e muscolatura forte, unita ad una grande agilità e una grande eleganza. Possiede una testa molto ampia. Ha una struttura corporea molto solida e potente. La sua costruzione è molto ben proporzionata e di giusti rapporti.

Carattere

E' una razza molto reattiva e forte. È equilibrato e vivace, tendenzialmente dominante. Si dimostra sempre molto attivo nella difesa della proprietà. È una razza considerata molto intelligente e recettiva. È ineguagliabile come compagno della famiglia e come compagno di gioco per i bambini. Sa essere anche molto aggressivo con gli estranei.

Cane da Pastore della Russia Meridionale
Cane da Pastore della Russia Meridionale (foto www.chiens-online.com)

Cane da Pastore della Russia Meridionale Cane da Pastore della Russia Meridionale (foto http://hundeejere.dk)

Standard

Altezza:
 - maschi minimo 65 cm al garrese
 - femmine minimo 62 cm al garrese
(sono frequenti i soggetti di 75 cm e oltre al garrese).

Tronco: massiccio e forte. In armonia con le altre parti del corpo.
Testa e muso: testa grande, larga. Lo stop è poco accentuato.
Tartufo: di colore scuro.
Denti: completi nello sviluppo e nel numero.
Collo: forte e ben incollato al tronco.
Orecchie: sono relativamente piccole, di forma triangolari e pendenti.
Occhi: lievemente a mandorla, devono essere scuri e disposti orizzontalmente.
Arti: ben in appiombo, diritti, con ossatura massiccia e muscolatura forte. I posteriori danno la sensazione di potenza dell’animale.
Spalla: obliqua e piuttosto muscolosa.
Coda: grossa alla radice. Ben inserita.
Pelle: abbastanza aderente al corpo.
Pelo: pelo lungo 10-15 cm, spesso folto e leggermente ondulato, ruvido, con abbondante sottopelo.
Colori ammessi: bianco uniforme, bianco-grigiastro (cenere), bianco con tracce grigie, grigio maculato; più rari i mantelli bianco-fulvo, paglia e completamente grigio.
Difetti più ricorrenti: prognatismo, enognatismo, monorchidismo, criptorchidismo, andatura scorretta, mancanza di premolari, deviazione della mascella, orecchie portate male, posteriore poco muscoloso, retrotreno difettoso, carattere aggressivo.

a cura di Vinattieri Federico - www.difossombrone.it

Razze estere da C a G
Versione italiana English version Versión española
Il coniglio nano Il manuale del Gatto Enciclopedia internazionale dei Cani
Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - [email protected]