Cane da Pastore Scozzese a pelo lungo
Atlante delle razze di Cani

Origine, classificazione e cenni storici

Origine: Gran Bretagna (Scozia).
Classificazione F.C.I.: Gruppo 1 - cani da pastore e bovari (escluso bovari svizzeri).

Il Cane da pastore scozzese a pelo lungo (Rough Collie) razza dalle antiche origini. Discende da una vecchia razza autoctona del nord dell’isola britannica e dai cani da gregge importati in Gran Bretagna nel V secolo a.C. dai Romani. Anche su questa razza si sono create molte ipotesi sui possibili incroci che l’hanno originata. Si è pensato all’introduzione in tempi lontani, del “Terranova”, del “Borzoi” e del “Deerhound”. Nel XIII secolo esisteva già un pastore scozzese a lui simile. La selezione vera e propria della razza iniziò nel 1960. Molti esperti sostengono che questa razza rappresenti uno dei più antichi canidi addomesticati dall’uomo. Darwin sosteneva che la razza non avesse cambiato nel corso dei secoli, il suo aspetto estetico. La razza si diffuse subito al di fuori dell’Inghilterra. Fu conosciuto in tutto il mondo grazie al film di Hollywood “Torna a casa Lessie” negli anni ‘40.

Aspetto generale

Cane di media taglia. Per la sua naturale inclinazione alla funzione di cane da pastore, la sua struttura deve sprigionare forza e grande agilità. Non deve presentare alcuna traccia di grossolanità. Deve immediatamente colpire per la sua eleganza e la sua bellezza. Da fermo, deve presentare un’impassibile dignità. Ogni regione del corpo è proporzionata nell’insieme.

Carattere

E' buono ed equilibrato. Il suo temperamento è ormai proverbiale. È un cane caratterialmente parlando, eccellente. A volte non tollera impertinenze da parte di bambini che non conosce, ma per il resto non crea alcun problema. È anche un ottimo cane da guardia. Molto intelligente, quindi molto ben addestrabile. Il suo carattere non è mai nervoso o squilibrato. La selezione del Collie è basata, oltre che sull’aspetto estetico, anche sul piano caratteriale. È sempre vivace e attento a tutto ciò che lo circonda. Durante il lavoro cerca di dare il meglio di sé per aiutare il padrone. Non crea nessun problema anche se vive in casa. Si affeziona ad una persona in particolare che diventerà il suo unico padrone per tutta la vita.

Cane da Pastore scozzese a pelo lungo
Cane da Pastore scozzese a pelo lungo (foto Allevamento Luna Blu)

Cane da Pastore scozzese a pelo lungo
Cane da Pastore scozzese a pelo lungo (foto Sannse)

Cane da Pastore scozzese a pelo lungoCane da Pastore scozzese a pelo lungo (foto www.hiren.info)

Standard

Altezza:
 - maschi tra i 56 ed i 61 cm
 - femmine tra i 51 ed i 56 cm.
Peso:
 - maschi da 20,4 a 29,4 kg
 - femmine da 18,1 a 24,9 kg.

Tronco: piuttosto lungo in rapporto all’altezza. Dorso fermo, leggermente rimontante verso i reni, costole ben discese, torace profondo e piuttosto ampio dietro le spalle.
Testa e muso: deve rassomigliare ad un cuneo, di forma marcata e ad angoli arrotondati, i cui lati devono convergere progressivamente senza rotture dell’attaccatura delle orecchie sino alla estremità del tartufo, senza prominenza dei muscoli masseteri e senza muso appuntito. L’estremità del muso deve essere netta e ben arrotondata, smussata ma non squadrata.
Tartufo: deve essere nero, qualunque sia il colore del mantello.
Denti: i denti devono essere di buona grandezza. Gli incisivi inferiori sfiorano la superficie interna degli incisivi superiori.
Collo: deve essere muscoloso, potente, di bella lunghezza e ben arcuato.
Orecchie: devono essere piccole, né troppo ravvicinate, né poste troppo di lato. Quando il cane è in riposo le orecchie devono, abitualmente, essere gettate all’indietro.
Occhi: di grandezza media. Inserzione un po’ obliqua. A forma di mandorla e di color marrone scuro. Espressione intelligente.
Arti: anteriori provvisti di buona ossatura, in perfetto appiombo, muscolosi e con gomiti non troppo serrati, né scollati. Posteriori con cosce muscolose, metatarso asciutto e grassella ben modellata. Il garretto è piazzato abbastanza in basso e molto potente. Piedi a forma ovale con buone suole. Dita curve e serrate. I piedi posteriori sono meno arcuati di quelli anteriori.
Spalla: molto obliqua e ben angolata.
Andatura: è flessuosa. È preferibile una falcata piuttosto lunga, che deve essere leggera e, in apparenza, senza sforzo.
Muscolatura: abbastanza ben sviluppata ed evidente negli arti.
Coda: deve essere lunga e l’osso terminale di essa deve raggiungere almeno l’articolazione del garretto. Non deve mai superare in altezza la linea del dorso.
Pelo: deve conferire armonia alle forme del cane. Molto denso, ruvido al tatto. Sottopelo morbido.
Colori ammessi: sabbia, tricolore, blu-merle.
Difetti più ricorrenti: prognatismo, enognatismo, muso debole e appuntito, denti mancanti, garretti vaccini o poco angolati, occhi chiari e/o rotondi, corpo tarchiato, pasturali lunghi, piedi larghi, coda corta, nervosismo, pelo morbido, sottopelo insufficiente, orecchie dritte, cranio bombé, occipite molto marcato, monorchidismo, criptorchidismo, andatura scorretta, anteriori arcuati.

a cura di Vinattieri Federico - www.difossombrone.it

Razze estere da C a G
Versione italiana English version Versión española
Pesci d'acquario Cani e bambini Enciclopedia dei Gatti
Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy