Fox Terrier a Pelo Ruvido
Atlante delle razze di Cani

Origine, classificazione e cenni storici

Origine: Gran Bretagna.
Classificazione F.C.I.: Gruppo 3 - terrier.

Il Fox Terrier a pelo ruvido (Wire Fox Terrier) è una razza d’origine britannica. Come dice il nome, la razza è stata selezionata per la caccia alla volpe. Attualmente esistono due varietà, che più precisamente sono due razze distinte: il Fox Terrier a pelo liscio ed il Fox Terrier a pelo ruvido. Ovviamente le origini delle due razze sono comuni e si confondono nel tempo, si pensa, sin da quando l’uomo cominciò a specializzare alcuni cani per la caccia alla volpe, tanto in superficie come in tana. Esiste, di questi antichi cani, una documentazione fin dai secoli post-medievali. Dal 1860 al 1865, il Fox Terrier si è evoluto verso una struttura più elegante di quella dei suoi progenitori, senza però mai perdere quella struttura che ne fa un piccolo atleta. Le teste di questi cani, nel corso degli anni, si allungarono e divennero meno massicce, si assottigliarono i padiglioni auricolari ed i colli acquistarono una certa eleganza. Lo Standard della razza venne elaborato nel 1876, con una distinta descrizione di quella a pelo liscio e di quella a pelo ruvido.

Aspetto generale

Cane di piccola taglia, mesocefalo dolicomorfo. Classificato morfologicamente come tipo Lupoide. Forza ed ossatura in piccolo volume. Non deve mai presentarsi goffo o grossolano. Non deve essere né troppo alto sugli arti né di gamba troppo corta, quando è piazzato deve essere simile ad un cavallo da caccia di buona costruzione e di dorso corto, che copra molto terreno. Può apparire molto diverso dall’omonima razza a pelo liscio, per il pelo di copertura, che è appena più lungo ma duro, tanto da dover essere tolettato per dare al cane una conformazione omogenea e che metta in risalto la sua espressione tipica.

Carattere

Attento, veloce nei movimenti, di espressione intensa, sempre sulla punta dei piedi in attesa. Temperamento amichevole, pronto e senza paura. Forte, robusto e resistente. Il Fox, che discende da una buona linea genealogica, non dovrebbe creare problemi per quanto riguarda le cure. Le regole fondamentali per mantenerlo in forma sono una buona alimentazione ed un’igiene corretta. Si consiglia sempre una dieta che eviti di farlo ingrassare. È una razza sempre molto tonica ed energica.

Fox Terrier a Pelo Ruvido Fox Terrier a Pelo Ruvido (foto www.desertskieskennel.com)

Fox Terrier a Pelo Ruvido Fox Terrier a Pelo Ruvido (foto http://foxterriersnsw.tripod.com)

Standard

Altezza:  tra i 26 ed i 39 cm al garrese.
Peso:  intorno ai 7-8,5 kg.

Tronco: dorso corto, diritto e forte senza segni di debolezza (slackness), rene muscoloso e lievemente arcuato, sterno profondo, coste frontali moderatamente cerchiate, coste posteriori profonde, rene molto raccolto.
Testa e muso: la linea superiore del cranio quasi piatta, discendente lievemente e gradualmente, diminuendo di spessore verso gli occhi. Piccola differenza in lunghezza tra cranio e muso. Se il muso è notevolmente più corto, la testa sembra debole e non completa. Il muso si assottiglia gradualmente dagli occhi al tartufo e degrada leggermente nella sua congiunzione con il cranio; mai convergente o sfuggente al di sotto degli occhi dove deve essere pieno e ben fatto. Un eccessivo sviluppo osseo o muscolare delle mandibole e delle mascelle è indesiderabile e brutto a vedersi. Un contorno delle guance, pieno o rotondeggiante è indesiderabile.
Tartufo: nero.
Denti: con chiusura a forbice perfetta, regolare e completa; i denti superiori ricoprono quelli inferiori e sono perpendicolari alle mascelle.
Collo: piuttosto lungo e ben arcuato. Ben portato.
Orecchie: piccole, a forma di V e cadenti in avanti vicine alle guance, non pendenti ai lati della testa. La piegatura delle orecchie deve essere al di sopra del livello del cranio. La loro consistenza di spessore moderato.
Occhi: scuri, pieni di fuoco e di intelligenza, moderatamente piccoli, non prominenti.
Arti: gli anteriori, visti da ogni angolazione, devono essere diritti e non mostrare frontalmente alcuna o pochissima angolatura. Essi debbono essere di forte ossatura. Posteriore forte e muscoloso, esente da cedimenti o da debolezze. Cosce lunghe e potenti. Piede piccolo e compatto. Cuscinetti plantari duri e resistenti. Dita moderatamente arcuate.
Spalla: lunga e inclinata, ben portata all’indietro, appuntite agli apici, ben definite al garrese.
Andatura: ritmica e con buona spinta.
Muscolatura: molto tonica e ben sviluppata.
Coda: solitamente amputata, attaccata alta, portata eretta non al di sopra del dorso e non arrotolata; di buona consistenza e di buona lunghezza.
Pelo: denso, con tessitura estremamente ruvida, di lunghezza che varia dai cm 1,9 alla spalla, ai cm 3,8 al garrese, al dorso, alle coste, ed al posteriore, con un sottopelo più soffice e corto. Il dorso ed i quarti hanno un pelo di tessitura più ruvida che non i fianchi. Il pelo sulle mascelle crespo e di sufficiente lunghezza per dare un’apparenza di forza al muso. Pelo delle gambe denso e crespo.
Colori ammessi: il bianco predomina con pezzature nere o fuoco. Non sono desiderabili pezzature di colore tigrato, rosso, fegato, o blu lavagna.
Difetti più ricorrenti: prognatismo, enognatismo, misure fuori standard, colori non ammessi, premolari mancanti, mascella deviata, orecchie portate male, coda di dimensioni sproporzionate, arti torti, muscolatura debole, andatura scorretta, monorchidismo, criptorchidismo.

a cura di Vinattieri Federico - www.difossombrone.it

Razze estere da C a G
Versione italiana English version Versión española
Pesci d'acquario Cani e bambini Enciclopedia dei Gatti

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy