Cane da Montagna dei Pirenei
Atlante delle razze di Cani

Origine, classificazione e cenni storici

Origine: Francia.
Classificazione F.C.I.: Gruppo 2 - cani di tipo pinscher, schnauzer, molossoide e cani bovari svizzeri.

Il Cane da montagna dei Pirenei (Montagne des Pyrénées) è una dalle antiche origini. Gli esperti affermano che già nel XIV secolo, nella regione pirenaica, esistevano già dei cani che presentavano le caratteristiche del moderno Cane da montagna. Nei secoli successivi, questa razza riuscì a diffondersi in molti dei territori intorno ai castelli di Lourdes e di Foix. Il cane veniva impiegato nella guardia delle proprietà e delle fattorie in quelle zone. Nell’Ottocento questo cane viene molto descritto da molti autori. Nell’anno 1907, ad Argelès e a Courterets, vengono fondati due Club di razza e venne redatto il primo Standard. La razza negli anni avvenire si è facilmente e rapidamente diffusa in molti Paesi d’Europa, ed in particolare in tutta la Francia, in Gran Bretagna, in Germania ed anche negli Stati Uniti.

Aspetto generale

Cane di grande taglia, molto imponente e di forte struttura. Non è una razza sprovvista di eleganza e non deve avere un’apparenza generale che dia impressione di pesantezza. La sua muscolatura è imponente. La lunghezza misurata dalla punta della spalla alla punta della natica è di pochi centimetri maggiore dell’altezza al garrese. Il suo tronco è rettangolare. I profili tendono al rettilineo. Una delle caratteristiche tipiche della razza è la sua eleganza nel portamento.

Carattere

Razza molto resistente. Non deve mai essere timido o pauroso. Il suo coraggio è proverbiale, dato che è stato selezionato per molti anni per la guardia e la difesa delle greggi. Il suo affetto nei confronti del padrone è notevole. Eccellente guardiano e impavido difensore della proprietà.

Cane da Montagna dei Pirenei Cane da Montagna dei Pirenei (foto www.accus.ch/noustyduneouvielle)

Cane da Montagna dei Pirenei Cane da Montagna dei Pirenei (foto www.accus.ch/noustyduneouvielle)

 

Standard

Altezza:
 - maschi tra i 70 ed i 80 cm
 - femmine tra i 65 ed i 72 cm.
Una tolleranza di 2 cm in più è ammessa per i soggetti perfettamente in tipo.
Peso:
 - maschi intorno ai 60 kg
 - femmine intorno ai 45 kg.

Tronco: petto non troppo disceso ma largo e profondo; costole leggermente arrotondate; dorso di buona lunghezza, largo e sostenuto; groppa leggermente obliqua con anche abbastanza salienti; fianco poco disceso.
Testa e muso: non troppo forte rispetto alla taglia. Facce laterali piuttosto piatte; cranio leggermente convesso; cresta occipitale evidente e cranio nella sua parte posteriore a forma ogivale. La larghezza del cranio è quasi uguale alla sua lunghezza. Le labbra sono poco cascanti e ricoprono appena la mandibola.
Tartufo: molto ampio e di colore nero.
Denti: la dentatura deve essere completa con denti sani e bianchi. La chiusura a tenaglia è ammessa.
Collo: forte, piuttosto corto, con giogaia poco pronunciata.
Orecchie: situate all’altezza dell’occhio; piuttosto piccole, di forma triangolare e arrotondata alla loro estremità.
Occhi: sono piuttosto piccoli, con espressione intelligente e contemplativa. Sono di color bruno ambrato. Sono racchiuse da palpebre serrate e bordate di nero e sono leggermente obliqui. Sguardo dolce e sognante.
Arti: anteriori dritti, forti e ben frangiati. La coscia è ben marcata, ma poco discesa. I garretti sono larghi, asciutti e mediamente angolati. Gli arti posteriori portano entrambi speroni doppi e ben conformati.
Spalla: moderatamente obliqua. Garrese largo e muscoloso.
Andatura: malgrado la taglia, il Cane da montagna dei Pirenei ha un’andatura molto sciolta, che non dà mai impressione di pesantezza, ma al contrario è molto elegante; le sue angolazioni gli permettono andature sostenute.
Muscolatura: ben sviluppata e molto evidente.
Coda: piuttosto lunga, fornita di abbondante pelo soffice e formante pennacchio; portata bassa a riposo, forma in genere un gancio con la sua estremità; quando il cane è all’erta essa sia alza sul dorso arrotolandosi fortemente.
Pelle: piuttosto elastica e in alcune parti del corpo è abbastanza distaccata.
Pelo: abbondante e piatto; piuttosto lungo e soffice, più lungo sulla coda e attorno la collo dove può ondularsi leggermente. Il pelo delle coulotte  più fine e più lanoso.
Colori ammessi: bianco o bianco con macchie grigie (pelo di tasso); giallo pallido o di color lupo o arancio sulla testa, alle orecchie e alla radice della coda. Le macchie di color tasso sono le più apprezzate. Alcuni cani portano anche qualche macchia sul corpo.
Difetti più ricorrenti: prognatismo, enognatismo, pelo corto o arricciato, macchie di pelo nero fino alla radice del pelo, linea dorsale insellata o cifotica, assenza di speroni, ladra alle palpebre, orecchie troppo lunghe o larghe, movimento scorretto, monorchidismo, criptorchidismo, collo gracile e lungo con giogaia troppo pronunciata, tartufo non completamente nero.

a cura di Vinattieri Federico - www.difossombrone.it

Razze estere da C a G
Versione italiana English version Versión española
Pesci d'acquario Cani e bambini Enciclopedia dei Gatti
Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - [email protected]