Gammel Dansk Honsehund
Atlante delle razze di Cani

Origine, classificazione e cenni storici

Origine: Danimarca.
Classificazione F.C.I.: Gruppo 7 - cani da ferma.

Nell’anno 1710, un allevatore di nome Morten Bak, che viveva tra le città di Randers e Hobroin Danimarca, iniziò ad incrociare i cani locali con i cani randagi, per ben otto generazioni. Facendo questi incroci definì una razza pura di cani pomellati bianchi e neri, che chiamò “Bakhounds”, ossia “cani di Bak”. È molto probabile che i cani randagi fossero di origine spagnola e sono oggi considerati gli antenati dei “Gammel Dansk Honsehund” (Old Danish Pointer).

Aspetto generale

Cane di media taglia. La razza è caratterizzata da un forte dimorfismo sessuale. Il maschio è di sostanza e forte; la femmina possiede una costruzione più leggera e ha un carattere più vivace e capriccioso. È un cane da ferma continentale di tipo bracco.

Carattere

Razza molto coraggiosa e determinata. Durante la caccia questo cane procede lentamente, mantenendo sempre un contatto con il padrone ed eseguendo perfettamente il suo lavoro di cane da ferma. È adatto alla caccia per prede piccole e anche per prede più grandi.


Gammel Dansk Honsenhund Gammel Dansk Honsenhund (foto www.dkimages.com)

 

Standard

Altezza:
 - maschi  dai 54 ai 60 cm al garrese;
 - femmine  dai 50 ai 56 cm al garrese.

Tronco: rettangolare, di costruzione solida.
Testa e muso: corta, larga, con stop poco pronunciato.
Tartufo: marrone
Denti: dentatura solida, di ottimo sviluppo, completa e corretta.
Collo: robusto
Occhi: di dimensioni medie, non incavati né prominenti. Sono di colore marrone scuro.
Orecchie: con attaccatura piuttosto bassa e larga ed estremità piuttosto arrotondate. Il margine anteriore dovrebbe sfiorare la guancia.
Arti: perfettamente in appiombo, robusto e con buona ossatura.
Muscolatura: di eccellente sviluppo.
Coda: ha la base piuttosto larga, si restringe progressivamente verso l’estremità; portata in posizione naturalmente pendente.
Pelo: denso e corto.
Colori ammessi: bianco a macchie scure, di dimensioni variabili fino a formare puntini su bianco. La tonalità di marrone è variabile, ma è da preferire quella scura, perché più tipica.
Difetti più ricorrenti: andatura scorretta, ambio, dentatura difettosa, retrotreno debole, muscolatura insufficiente, prognatismo, enognatismo, depigmentazione, misure fuori standard, colori non ammessi dallo standard, orecchie mal portate, coda portata male, coda con attaccatura troppo alta, monorchidismo, criptorchidismo, carattere timido.

a cura di Vinattieri Federico - www.difossombrone.it

Razze estere da C a G
Versione italiana English version Versión española
Il coniglio nano Il manuale del Gatto Enciclopedia internazionale dei Cani

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy