Chow Chow
Atlante delle razze di Cani

Origine, classificazione e cenni storici

Origine: Cina.
Classificazione F.C.I.: Gruppo 5 - cani di tipo spitz e tipo primitivo.

Difficile dire quando questa magnifica razza venne creata (Il Chow è un cane primitivo). Questa razza si è evoluta naturalmente in Cina, nella cui Regione è giunta nell’era di trasmigrazione dagli altopiani del Tibet di antichi cani che sono considerati all’origine di tante razze odierne. Il Chow-Chow, a differenza del “grande cane dei Mongoli”, continua a vivere in Cina e (il Chow Chow non vive più in Cina dove è quasi sconosciuto) fu scoperto dagli europei verso la fine dell’Ottocento. Le sue antiche origini sono documentati da molti ritrovamenti archeologici, come ad esempio una ceramica del 150 a.C. che raffigura un cane del tutto simile all’attuale razza. Per molti anni questa razza viene considerata più una rarità esotica che dei cani da allevare. Intorno al 1875 alcuni Chow-Chow erano già giunti in Inghilterra, ed un esemplare venne introdotto nel Castello di Windsor. La razza cominciò ad essere allevata nel 1887 e ottenne il riconoscimento nel 1894. secondo alcuni esperti il suo nome Chow-Chow, in lingua cantonese significa “nutrimento”.

Aspetto generale

Cane appena di media taglia, mesomorfo brachicefalo. Classificato morfologicamente come tipo Lupoide. Cane reattivo, compatto, brevilineo, ben proporzionato, dall’aspetto leonino e dal portamento fiero e dignitoso: la sua struttura è solida. La sua coda viene portata sopra il dorso. È un cane di grande potenza e forza, muscolosissimo e con ossatura molto robusta. Ha una testa larga, di tipo spitz. Il suo muso non deve essere a punta.
Possiede una folta criniera che gli conferisce quel particolare aspetto leonino, caratteristica tipica di questa razza. La sua costruzione ha angolature poco marcate nel posteriore, che gli conferisce la tipica andatura “da elefante”, come se camminasse sui trampoli. La sua lingua è nero-bluastra. Il suo pelo è semilungo sul tronco, più lungo intorno al collo fino alle spalle e agli arti.

Carattere

E' un cane tranquillo. Buon cane da guardia. Il suo temperamento può essere riassunto nei seguenti aggettivi: leale, indipendente e distaccato. È anche un eccellente compagno per la famiglia. Si adatta senza problemi alla vita in casa o in appartamento. Ha bisogno di movimento quotidiano. Esige una perenne cura e pulizia del pelo, è quindi necessario fare attenzione al suo corpo.

Chow Chow Chow Chow (foto Dzoker)

Chow Chow Chow Chow nero (foto www.chow-chows.net)

Chow Chow Chow Chow (foto www.chowshuskies.co.uk)

Standard

Altezza:
 - maschi tra i 48 ed i 56 cm
 - femmine tra i 46 ed i 51 cm.
Peso: il peso non è contemplato nello Standard, ma se si volesse dare informazione al riguardo si va più dai 25 ai 38 kg.

Tronco: torace ampio e profondo. Costole ben arcuate ma non a botte. Dorso corto, forte e ben allineato. Reni robuste.
Testa e muso: cranio piatto e largo; stop non pronunciato; pieno sotto gli occhi. Muso di lunghezza moderata, largo tra gli occhi e l’estremità, mai appuntito, come nello Spitz.
Tartufo: largo e ben pronunciato, di colore nero, tranne che nei soggetti panna e quasi bianchi, dove è ammesso il colore chiaro, e nei soggetti blu e fulvo, dove è in tinta con il mantello.
Denti: dentatura robusta, completa, regolare e ben allineata. Chiusura a forbice. Palato e labbra neri; gengive preferibilmente nere.
Collo: robusto, tornito, non corto, ben attaccato alle spalle e leggermente arcuato.
Orecchie: piccole, spesse e leggermente arrotondate in punta.
Occhi: scuri, a mandorla, piuttosto piccoli e limpidi.
Arti: anteriori perfettamente dritti, di lunghezza moderata, dotati di buona ossatura. Posteriori muscolosi, garretti ben discesi; arti dritti dal garretti a terra, non si flettono mai in avanti. Piedi piccoli, rotondi, “da gatto”, ben appoggiati sulle dita.
Spalla: muscolosa e obliqua.
Andatura: corta e rigida, con effetto “su trampoli”. Gli arti anteriori e posteriori si muovono su piani paralleli.
Muscolatura: molto ben sviluppata.
Coda: attaccata alta, portata sopra il dorso.
Pelo: può essere liscio o duro.
Colori ammessi: monocolore nero, rosso, blu, cannella, crema o bianco, spesso sfumato, ma mai a macchie o a più colori. Sotto la coda e dietro le cosce, il colore ha spesso una sfumatura più chiara.
Difetti più ricorrenti: prognatismo, enognatismo, orecchie grandi, andatura sciolta e non tipica, criniera insufficiente, misure fuori standard, monorchidismo, criptorchidismo, mancanza di premolari, coda di lunghezza eccessiva, coda non portata sul dorso, tartufo depigmentato, colori non ammessi dallo standard, muscolatura insufficiente.

a cura di Vinattieri Federico - www.difossombrone.it

Razze estere da C a G
Versione italiana English version Versión española
Pesci d'acquario Cani e bambini Enciclopedia dei Gatti
Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - [email protected]