Curly-Coated Retriever
Atlante delle razze di Cani

Origine, classificazione e cenni storici

Origine: Gran Bretagna.
Classificazione F.C.I.: Gruppo 8 - cani da riporto, cani da cerca, cani da acqua.

Il Curly-Coated Retriever è il più antico tra i Retriever. Secondo molti autori, questa singolare razza, discende dal “Cane di Terranova”, il quale fu incrociato con l’ “Irish Water Spaniel”. Da quest’ultima razza infatti il Curly-Coated avrebbe ereditato il caratteristico pelo riccio. Secondo molti conoscitori della razza, sarebbe stato introdotto anche il “Barbone”, per perfezionare la razza nelle sue doti di riporto, senza compromettere però il mantello da agnellino di Astrakan. Sembra, inoltre, che siano stati usati anche i primi “Labrador” introdotti in Inghilterra. L’esordio di questa razza in manifestazioni cinofile ufficiali avvenne nel 1860. il suo primo Club fu fondato nell’anno 1896. Attualmente la razza non molto diffusa. Il periodo di maggior diffusione lo ha avuto tra le due grandi guerre mondiali. È stato importato negli Stati Uniti solo nel 1924, dove è ancora oggi piuttosto apprezzato. È abbastanza noto in Scandinavia. Poco conosciuto in Italia.

Aspetto generale

Cane di buona media taglia. Robusto, attivo. Ha un portamento vivace. La razza è dotata di un caratteristico mantello composto da pelo ricciuto di colore nero o fegato. È forte ed elegante. La sua testa è lunga, pur essendo il cranio di una certa larghezza, ma mai piatto, con mascelle lunghe e possenti. Il suo sguardo è fiero, attento e non privo di dolcezza.

Carattere

Razza molto intelligente e di eccellente resistenza. Il suo temperamento è socievole e gioioso. È un cane molto amichevole e fiducioso, al quale piace essere sempre al centro dell’attenzione del padrone. Si affeziona sempre, in modo particolare, ad una persona sola. Non ha nessun problema a vivere sempre a contatto diretto con la famiglia e con i bambini. È un eccellente recuperatore, che viene utilizzato soprattutto negli specchi d’acqua interni e in zone paludose. Durante la caccia è sempre all’erta, e non socializza molto volentieri con altri cani. Ha un grandissimo fiuto. È un piacevole compagno, ma anche un discreto guardiano. Esige quotidiano esercizio fisico e, se fosse possibile, la possibilità di nuotare. La cura del mantello è abbastanza impegnativa.

Curly-Coated Retriever Curly-Coated Retriever (foto http://ursus.retriver.cz)

Curly-Coated Retriever Curly-Coated Retriever (foto http://ursus.retriver.cz)

Standard

Altezza:
 - maschi circa 68,58 cm al garrese
 - femmine circa 63,50 cm al garrese.
Peso: da 32 a 36 kg.

Tronco: costole ben aperte. Torace disceso. Reni mai lunghe o rialzate.
Testa e muso: cranio lungo, ben proporzionato, piatto. Muso ben proporzionato. mascelle forti e lunghe, né troppo pesanti né troppo aguzze.
Tartufo: narici larghe, di colore nero o bruno fegato.
Denti: mascelle forti. Dentatura perfetta, regolare e completa. Chiusura a forbice, con gli incisivi superiori sovrapposti e aderenti a quelli inferiori e perpendicolari alle mandibole.
Collo: moderatamente lungo, senza giogaia.
Orecchie: piuttosto piccole, attaccate basse, portate pendenti vicino alla testa, coperte di corti ricci.
Occhi: neri o marrone scuro, grandi ma non prominenti.
Arti: perfettamente in appiombo, dritti, con metacarpi solidi. Ossatura abbastanza robusta e forte. Posteriori robusti, muscolosi, con garretto basso e grassella ben flessa. Piedi rotondi, compatti e con dita ben arcuate.
Spalla: ben discesa, muscolosa, arretrata.
Andatura: falcata lunga, con buona propulsione posteriore.
Muscolatura: ben sviluppata e ben evidente.
Coda: deve essere moderatamente corta, portata dritta, coperta di ricci, va assottigliandosi verso l’estremità e non è mai portata alta o arricciata.
Pelle: abbastanza ben aderente al corpo in ogni sua parte.
Pelo: è composto da una massa di ricci piccoli e crespi su tutto il corpo. È la caratteristica principale della razza, e quindi, di estrema importanza.
Colori ammessi: nero o bruno fegato.
Difetti più ricorrenti: mancanza di premolari, movimento scorretto, prognatismo, enognatismo, ricci lunghi, collo corto, spalle poco discese, occhi chiari, cranio corto, cranio sproporzionato, carattere timido o pauroso, monorchidismo, criptorchidismo, orecchie grandi, orecchie attaccate alte, colori non ammessi dallo standard, reni lunghe o rialzate.

a cura di Vinattieri Federico - www.difossombrone.it

Razze estere da C a G
Versione italiana English version Versión española
Il coniglio nano Il manuale del Gatto Enciclopedia internazionale dei Cani
Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy