Foxhound
Atlante delle razze di Cani

Origine, classificazione e cenni storici

Origine: Gran Bretagna.
Classificazione F.C.I.: 6 - segugi e cani per pista di sangue.

La creazione del Foxhound (Cane da volpe inglese) si deve ai guardiacaccia, che cercarono di ottenere un cane di grande capacità olfattiva e di ottimo coraggio, che fosse capace di correre per diverse ore. Così in Inghilterra nacque il Foxhound, dopo un’accurata selezione durata diversi secoli. Purtroppo non esistono documenti certi sulla formazione della razza. Molti esperti sostengono che le basi della selezione sarebbero stare fondate nel XV secolo, quando venne incrociato lo “Staghound” con i “Terrier”, “Levrieri” e “Bulldog”. C’è anche un’altra teoria, forse più attendibile, che gli darebbe origini continentali e lo farebbe discendere dai “Cani di St. Uberto” e dai “Segugi francesi” per grossa selvaggina. Questi cani sono stati usati in muta per la caccia dai personaggi storici più noti; hanno fatto parte delle mute di molti e di Francia e anche di Napoleone III, che ne aveva 120 soggetti. È uno dei cani più usati in Inghilterra per la tradizionale e famosissima caccia alla volpe a cavallo. Abbastanza popolare in Gran Bretagna, non molto popolare in Francia. Poco conosciuto in Italia.

Aspetto generale

Cane di media taglia, mesomorfo mesocefalo. Classificato morfologicamente come tipo Braccoide. La potenza, la vivacità, l’agilità e la resistenza costituiscono le sue migliori e principali caratteristiche nello svolgimento del lavoro. Possiede una testa allungata, dagli occhi grandi e rotondi e dalle orecchie corte e piatte sul cranio. Il suo ronco è potente e con coda portata a sciabola. Il Foxhound è ricoperto di pelo corto e liscio, tricolore, bianco-arancio, grigio, bianco-nero. Somiglia molto al suo omonimo discendente americano.

Carattere

Cane abituato a lavorare sempre in muta, non tollera mai di vivere isolato e inattivo. È una razza che sente l’esigenza di muoversi e di camminare in vaste zone aperte. Nato per un tipo di caccia specializzata, non sta bene in appartamento, dal quale, per dare sfogo alla sua vitalità, può anche fuggire alla ricerca di libertà. Anche se si sente sempre parte di una muta, riesce ad affezionarsi ad una persona in particolare. Cane molto resistente ed energico. Instancabile cacciatore. Il senso più sviluppato è indubbiamente l’olfatto, che non lascia scampo ad una eventuale preda. Molto attivo e amichevole.

Foxhound
Foxhound (foto www.i-love-dogs.com)

Foxhound Foxhound (foto www.ottaray.com)

Standard

Altezza:  dai 58 ai 64 cm al garrese.
Peso:  dai 25 ai 32 kg.

Tronco: il torace è disceso con una circonferenza ampia. Il dorso è largo, le costole ben arrotondate, non piatte. Il rene non troppo corto, ma un po’ allungato, che consente al cane una buona falcata ed un’andatura sciolta.
Testa e muso: allungata. Il suo cranio è largo. Il suo muso è di giusta lunghezza, in rapporto al cranio. Testa ben proporzionata, nell’insieme, al tronco.
Tartufo: sufficientemente ampio e scuro o color carne.
Denti: completi nello sviluppo e nel numero; devono essere forti e bianchi. Mascella forte.
Collo: lungo, ma non troppo spesso. Un cane a collo corto ha un’andatura insufficiente.
Orecchie: corte e piatte sul cranio. Di media lunghezza.
Occhi: di giusta grandezza. Di color scuro. Espressione intelligente.
Arti: anteriori di buon ossatura, dello stesso spessore fino ai piedi. Posteriori solidi e di buone proporzioni, ben muscolosi. I garretti sono ben discesi, e gli arti conservano lo stesso spessore per tutta la loro lunghezza fino ai piedi. I piedi hanno dita che devono essere serrate e non aperte.
Spalla: deve mostrare distinzione e non essere pesante, che impedirebbe al cane di correre con un movimento rapido.
Andatura: sciolta e disinvolta.
Muscolatura: abbastanza ben sviluppata ed evidente.
Coda: deve essere ben attaccata alla groppa, che non deve terminare in modo brusco. Una coda arrotolata, se bene poco gradevole a vedersi, non sarà pregiudizievole al lavoro del cane a caccia.
Pelo: corto e liscio.
Colori ammessi: tricolore; bianco-nero; bianco-arancio; grigio.
Difetti più ricorrenti: prognatismo, enognatismo, misure fuori standard, colori non ammessi dallo standard, monorchidismo, criptorchidismo, arti storti, piedi aperti, andatura scorretta, retrotreno difettoso, carattere diffidente o pauroso, atteggiamento timido, coda portata male o troppo corta, orecchie troppo lunghe e/o portate male, mascella deviata, metacarpi ceduti, entropion, ectropion.

a cura di Vinattieri Federico - www.difossombrone.it

Razze estere da C a G
Versione italiana English version Versión española
Pesci d'acquario Cani e bambini Enciclopedia dei Gatti

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy