Cozza Mytilus galloprovincialis Lamarck, 1819
Atlante delle specie ittiche - Crostacei, pesci, molluschi

Classificazione e area di pesca

Phylum: Mollusca
Classe: Bivalvia
Ordine: Mytiloida
Famiglia: Mytilidae
Genere: Mytilus
Specie: M. galloprovincialis

Area di pesca: Mediterraneo e Mar Nero, presente anche nell'Atlantico orientale: Allevata in filari in tutto l'Adriatico, in Sardegna e nel Golfo ligure. Stagionalità di pesca: la specie allevata presenta maggiore accrescimento nei mesi primaverili, durante i quali viene raccolta in motevoli quantitativi. La pesca vera e propria viene effettuata solo da subacquei. Sistemi di pesca: Pesca subacquea nelle rocce o piattaforme.

I mitili sono molluschi molto apprezzati fin dall’antichità e oggetto di intenso allevamento industriale. Di interesse economico risultano essere due specie mediterraneee: il Mytilus edulis, presente nel bacino occidentale e il Mytilus galloprovincialis, presente in quello orientale.

Valva di Mytilus edulis L. Valva di Mytilus edulis L. (foto http://elrinconmarinos-nogasteropodos.iespana.es/)

Valva di Mytilus galloprovincialis Lamarck Valva di Mytilus galloprovincialis Lamarck (foto elrinconmarinos-nogasteropodos.iespana.es)

Allevamento della cozza >>>

Cozza Cozza Mytilus galloprovincialis (foto www.dabramonicola.it)

Acquisto e conservazione

La cozza viene commercializzata sia fresca (viva) che congelata: al momento dell\'acquisto è importante controllare il colore del mitilo, che deve essere nitido e brillante e le sue valve devono essere ben chiuse. Dal momento dell'acquisto sarà possibile conservarle in frigorifero per tre giorni, in un recipiente coperto da un panno umido. Nel caso vengano acquistate fresche, sarà possibile surgelarle in sacchetti alimentari per tre mesi.
Per testare la freschezza delle cozze, immergerle in acqua per qualche ora: eliminare quindi quelle socchiuse o addirittura aperte, poiché solo le valve ben serrate possono garantirne la freschezza.

Uso in cucina

Se le cozze provengono da allevamenti, è necessario controllare che sulla confezione vi sia l'etichetta che ne descriva la provenienza e la data di raccolta e confezionamento. In commercio si possono acquistare le cozze già pulite: in caso contrario, si dovrà procedere lavandole sotto l\'acqua corrente, raschiando energicamente la superficie esterna e togliendo eventuali incrostazioni. Andrà poi tolto il bisso, strappandolo con l'aiuto di un coltello. Successivamente, per aprirle, sarà sufficiente scottarle in una padella ampia finché le valve non si schiudono: se dopo qualche minuto la conchiglia fosse ancora chiusa, scartare il mollusco.
Per ragioni sanitarie, è preferibile consumare le cotte soltanto dopo cottura. Le cozze sono un alimento molto versatile in cucina, basta aggiungere pochi condimenti. Un ingrediente perfetto per le più svariate ricette, si cucinano con facilità.

Impepata di cozze
Lavare il prezzemolo e tritare finemente. Pulire le cozze dal bisso e raschiare bene la superficie del guscio. Scartare tutte le cozze non chiuse e non intere. Sfumare con il vino bianco e con una spruzzata di limone (a piacere), salate e macinata il pepe. Aggiungere anche il peperoncino sempre a piacere, e lasciare cuocere ancora per 3-4 minuti. Spolverare di prezzemolo. Servire in tavola calde con il loro sugo di cottura e crostini di pane tostati o bruschette aglio, olio e peperoncino.

Valori nutrizionali

Valori nutrizionali 100 grammi: 86 kcal
Composizione:
Grassi gr 2,24
Carboidrati gr 3,69
Proteine gr 11,9
Fibre gr 0
Zuccheri gr 0
Acqua gr 80,58
Ceneri gr 1,59

Fonti
www.distrettopesca.it
www.valori-alimenti.com

Pesci d'acqua dolce
Pesci d'acqua salata
Crostacei
Molluschi
Versione italiana English version Versión española
Allevare in fattoria naturalmente Allevamento della capra Dalla ghianda al cotechino
Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy