Acciuga Engraulis encrasicolus Linneo, 1758
Atlante delle specie ittiche - Crostacei, pesci, molluschi

Classificazione e area di pesca

Classe: Actinopterygii
Ordine: Clupeiformes
Famiglia: Engraulidae
Genere: Engraulis
Specie: E. encrasicolus Linneo, 1758

Questa specie si trova nel Mare Mediterraneo, Mar Nero, nell’Oceano Atlantico orientale e dalle coste occidentali dell’Africa fino al nord della Scandinavia. Depone sulla superficie dell’acqua (è una specie pelagica) con maggior produzione nel Mar Adriatico, ha come caratteristiche quelle di tollerare le variazioni di salinità (Eurialina) e di formare banchi immensi per migrare (specie gregaria).

Acciuga Acciuga Engraulis encrasicolus Linneo, 1758 (foto Germais Henry)

Acciuga Acciughe (foto http://www.campiglia.net)

Acquisto e conservazione

Stagionalità di pesca: da marzo a ottobre. Si trova nelle pescherie e nei mercati ittici.
Le alici intere appena acquistate non devono essere sciacquate in acqua dolce perché la mancanza di sale velocizza lo stato di decomposizione, ma vanno eviscerate e poste in frigorifero dentro uno scolapasta, si conservano per massimo due giorni.
Un importante e rilevabile indice di freschezza del prodotto consiste nel colore delle orbite, quando il colore cambia e tende all’arancio significa che il prodotto ha subito il decongelamento.

Uso in cucina

Possono essere cucinate in tanti modi.
Acciughe marinate
Pulire le acciughe accuratamente levando spina e testa, asciugarle e disporle in un piatto.
Dopodiché salare, pepare e cospargere le acciughe di succo di limone, lasciandole macerare per 12 ore. Appena schiarite togliere le acciughe dalla marinata e condirle a parte con olio e succo di limone. Servire.

Valori nutrizionali

Valori nutrizionali 100 grammi: 96 kcal
- Proteine 19.8 gr
- Acqua 76,9
- Grassi 2.0 gr
- Minerali totali 1,4 g
- Fosforo 196 mg
- Ferro 2,8 mg
- Calcio 148 mg

L’acciuga presenta un eccellente valore alimentare per il suo contenuto in proteine e minerali, per di più è facilmente digeribile grazie al suo scarso contenuto in grassi e tessuto connettivo.

Fonti:
http://www.biologiamarina.eu/SchedaAcciuga.html
http://www.ismea.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/2225
http://www.distrettopesca.it/Specieittiche.aspx
http://www.sicilianfishonthenet.com/il-pesce-siciliano/le-specie-eccedentarie/acciuga/
http://www.tgcom24.mediaset.it/cottoemangiato/cosa-mangiamo/articoli/1043597/acciuga.shtml
http://www.ilfattoalimentare.it/lode-acciuga-alice.html

Pesci d'acqua dolce
Pesci d'acqua salata
Crostacei
Molluschi
Versione italiana English version Versión española
Gli ovini da latte Allevare galline felici Atlante delle razze autoctone
Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy