Pumi
Atlante delle razze di Cani

Origine, classificazione e cenni storici

Origine: Ungheria.
Classificazione F.C.I.: Gruppo 1 - cani da pastore e bovari (escluso bovari svizzeri).

Il Pumi (Pumi Kutya) è il più recente tra i Pastori ungheresi. Questa razza discende dall’incrocio di un “Puli” con altre antiche razze di cani da pastore tedeschi e francesi, le quali avevano tutte le orecchie erette. Si pensa che la razza derivi dalla “Pomerania”, regione storica dell’Europa centrale, dalla quale prende spunto il nome Pumi. In Ungheria la razza è molto apprezzata come cane da pastore per la conduzione di greggi. Nelle esposizioni canine, nonostante la sua popolarità in Ungheria, è poco rappresentato. Il Pumi è dunque un cane relativamente moderno, dotato di eccezionali qualità estetiche e caratteriali. Purtroppo non si hanno certezze su come la razza sia stata creata e su come si sia evoluta, perciò si possono fare solamente delle supposizioni. La più realistica di queste ipotesi afferma che la razza derivi dall’incrocio di un “Puli” per un “Picard”. Solo circa ottanta anni fa, però, il Pumi fu considerato distinto dal “Puli” e allevato come razza a se stante.

Aspetto generale

Cane di media taglia, vigorosa, con caratteristiche del Terrier. La testa è allungata, più sviluppata nel muso. Le orecchie sono erette, ripiegate alle punte. La coda è orizzontale. Il tronco è raccolto, il mantello di lunghezza media, mai infeltrito; gli occhi e il muso sono ben visibili. È pluricolore, mai brizzolato.

Carattere

Ha un temperamento molto vivace. È audace e ardito; viene impiegato spesso per radunare il grosso bestiame. Ha l’olfatto molto sviluppato. Lo si può utilizzare per distruggere animali nocivi, come i roditori. È eccezionale come cane da guardia per la sua tendenza ad abbaiare e guaire. È usato anche come cane da compagnia. Questa razza è tenuta ancora oggi in gran conto dai pastori ungheresi. Nonostante le piccole dimensioni a volte dà dimostrazioni di grande aggressività, mai verso le persone che conosce.

Pumi
Pumi (foto www.akutya.hu)

Pumi Pumi (foto www.saunalahti.fi/~jforsti/)

Standard

Altezza:
 - maschi tra i 40 ed i 44 cm
 - femmine tra i 37 ed i 41 cm.

Tronco: dà l’impressione di solidità: l’altezza al garrese supera appena la lunghezza del tronco.
Testa e muso: la testa è piccola, fine; vista di fronte sembra rotonda, vista di fianco ellittica. Il cranio è arrotondato, la canna nasale rettilinea e più corta del cranio, lo stop ben marcato.
Tartufo: il tartufo è scuro e ampio.
Denti: la dentatura è corretta e completa.
Collo: il collo è robusto.
Orecchie: sono pendenti, a forma di “V”.
Occhi: sono di colore bruno, con sguardo vivace e attento.
Arti: sono diritti, muscolosi.
Spalla: con angolazione corretta.
Coda: portata ricurva sui reni.
Pelo: è talmente folto da rendere difficile l’esame delle varie parti del corpo; la testa sembra rotonda per via del pelo che ricade sugli occhi, nascondendoli. Il mantello è composto da un pelo grosso di tessitura e da un sottopelo fine: la giusta proporzione tra grosso e fine determina la forma di feltratura “stretta” che è quella desiderata. Se c’è troppo pelo grosso il manto resta rado, aperto; se c’è invece troppo fine si hanno feltratura eccessivamente estese. Il manto detto “cordato” è composto di peli uniformi, discendenti e strettamente ondulati. I piccoli bioccoli di tale forma hanno tendenza a feltrarsi meno, formando piuttosto delle lunghe cordelle. Il pelo è più lungo (da 8 a 18 cm) sulla groppa, sui reni, sulle cosce (in certi casi tocca quasi il suolo quando il cane è in stazione eretta), mentre quello più corto si trova sulla testa e sui piedi.
Colori ammessi: a seconda della varietà, nero, nero con sfumature rossastre, vari toni di grigio; oppure bianco.
Difetti più ricorrenti: pelo liscio, pelo corto, pelo non cordato, dentatura scorretta, retrotreno difettoso, misure fuori standard, colori non ammessi dallo standard, tartufo depigmentato, andatura scorretta, muscolatura insufficiente, coda portata male, testa atipica, carattere aggressivo o timido, arti non diritti.

a cura di Vinattieri Federico - www.difossombrone.it

Razze estere da H a Q
Versione italiana English version Versión española
Il coniglio nano Il manuale del Gatto Enciclopedia internazionale dei Cani

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy