Norsk Lundehund
Atlante delle razze di Cani

Origine, classificazione e cenni storici

Origine: Norvegia.
Classificazione F.C.I.: Gruppo 5 - cani di tipo spitz e tipo primitivo.

Il Norsk Lundehund è una razza norvegese impiegata per la caccia ai pulcinella di mare. Sono cani che vivevano sulle isole del Nord tipo le Lofoten, dove appunto vivono i pulcinella di mare. E cacciavano sulle pareti ripidissime dei fiordi.

Aspetto generale

Cane di tipo Spitz, di piccola taglia, rettangolare, soffice molto leggero; caratteristiche morfologiche differenti a seconda del sesso.

Carattere

É un retriever piú che un predatore, in quanto doveva riportare i piccoli di pulcinella di mare vivi, senza rovinarne le piume. Non avvistano le prede, si infilano nei tunnel dove i pulcinella di mare hanno i nidi e col naso verso il basso e poi li riportano al padrone. Purtroppo siccome ne erano rimasti solo pochi esemplari e per di piú imparentati hanno un'incidenza piuttosto elevata di una malattia intestinale (limfagiectasia). Sono cani che stanno bene col padrone o in compagnia di altri cani, non conosco nessuno che li tenga fuori, amano passeggiare liberi ma poi preferiscono stare sul sofá e se lasciati da solo abbaiano per la noia e lo stress. Sono docilissimi e ormai, dato che la caccia ai pulcinella é vietata, possono essere usati per agility, ricerca di tracce, e tante altre cose.

Filmato con Lundehund che cacciano sui fiordi >>>

Articolo "Il Lundehund norvegese" >>>

Si ringrazia la Dott.ssa Claudia Melis

Norsk Lundehund Norsk Lundehund (foto www.lundehund.cc)

Norsk Lundehund Cucciolo di Norsk Lundehund (foto www.tollefsen.info)

Norsk Lundehund Norsk Lundehund (foto Edward Readicker-Henderson)

Standard (traduzione a cura della Dott.ssa Claudia Melis)

Altezza:
 - maschi dai 35 ai 38 cm
 - femmine dai 32 ai 35 cm.
Peso:
 - maschi mediamente 7 kg
 - femmine mediamente 6 kg

ORIGINE: Norvegia
UTILIZZO: le caratteristiche anatomiche di questo cane lo predispongono alla caccia dei pulcinella di mare (Fratercula arctica) sulle ripide rocce dei fiordi e lungo la riva del mare.
Il Lundehund è una razza norvegese molto antica, con diverse peculiarità anatomiche. Deve essere molto agile e avere un carattere amichevole.
CLASSIFICAZIONE FCI:
Gruppo 5 : Spitz e cani di tipo primitivo
Sezione 2 : Cani nordici da caccia
Senza prova di lavoro
ASPETTO GENERALE: cane di tipo spitz, piccolo, rettangolare, di costruzione leggera; le caratteristiche morfologiche sono ben distinte a seconda del sesso.
COMPORTAMENTO/CARATTERE: allerta, energico, vivace.
TESTA: Tagliata in modo preciso, di larghezza media, a forma di cono.
La testa dovrebbe avere una mandibola robusta e non essere né pesante né troppo fine.
REGIONE CRANIALE:
Cranio: leggermente arrotondato con arcate sopracciliari in rilievo.
Stop: pronunciato, non troppo marcato.
REGIONE FACCIALE:
Canna nasale: leggermente convessa.
Muso: conico, di lunghezza media.
Mascelle/denti: è preferita la chiusura a forbice, ma sono tollerati la chiusura a tenaglia e un modesto prognatismo della mandibola. L’assenza di premolari in entrambi i lati di mandibola e mascella è accettata.
Occhi: leggermente obliqui e non sporgenti. Iride giallo-bruna; la pupilla è circondata da un alone scuro.
Il Lundehund deve avere l’iride relativamente chiara, per ottenere la caratteristica espressione attenta, gli occhi non dovrebbero essere troppo rotondeggianti.
Orecchie: orecchie triangolari, di grandezza media, larghe alla base, portate dritte e molto mobili. La cartilagine del padiglione possiede la facoltà di potersi ritrarre, cosicché l'orecchio si ripiega in una maniera tipica, sia all'indietro che ad angolo retto verso l'alto, così da chiudere il condotto uditivo.
Quando il Lundehund entra nelle tane dei pulcinella di mare dei muscoli speciali chiudono le cartilagini delle orecchie per proteggerle da terriccio e umidità.
COLLO: tagliato in modo preciso, di media lunghezza, abbastanza forte, con un collare relativamente folto.
I Lundehund non hanno una vertebra cervicale che costituisce l’articolazione fra collo e cranio, l’atlante, e questo permette loro di piegare all’indietro la testa fino a toccare con essa il dorso. Questa proprietà era utile per rigirarsi e uscire dalle strette tane dei pulcinella di mare.
CORPO: Rettangolare.
Linea del dorso: dritta.
Dorso: forte.
Groppa: leggermente inclinata.
Petto: lungo, di larghezza media, relativamente ben disceso e ampio, non deve avere forma a botte.
Ventre: lievemente disegnato verso l’alto.
Il cane deve potersi impiegare per il suo lavoro originale, quindi è desiderabile una costituzione elegante e slanciata. Non deve avere torace a forma di botte o essere troppo corto, ma presentare una forma rettangolare del corpo.
CODA: attaccatura alta, lunghezza media, ben coperta di pelo, ma senza sembrare un piumino. Portata sia ad anello, sia leggermente arrotolata sul dorso, sia pendente. L'estremità della coda non deve essere portata troppo alta o ricadere su un lato.
ARTI:
Apparenza generale: La posizione degli arti è in un certo qual modo raccolta.
Arti posteriori: forti e muscolosi, articolazione del ginocchio non troppo angolata.
Arti anteriori: forti e muscolosi.
Angolazioni non eccessive.
Muscolatura delle spalle molto flessibile ed elastica. Zampe ruotate all’esterno in una postura francese.
Piedi: di forma ovale, leggermente girati verso l'esterno, con almeno sei dita- di cui almeno quattro appoggiate al suolo. Sette cuscinetti per ciascun piede, di cui quello centrale, il più importante per la dimensioni, saldato con i cuscinetti corrispondenti alle due dita esterne. Quando il cane è in piedi su una superficie piana il peso del corpo deve essere distribuito uniformemente sui cuscinetti.
Un numero di dita maggiore a sei non è un difetto. Le dita extra delle zampe posteriori sono in genere meno sviluppate di quelle delle zampe anteriori e dovrebbe essere posta minore attenzione alla loro deviazione dall’ideale per dimensione e posizione, rispetto a quelle delle anteriori.
ANDATURA: leggera ed elastica. Un movimento rotatorio verso esterno degli arti anteriori e un movimento un po' serrato dei posteriori sono caratteristici della razza.
Nel giudicare l’andatura del Lundehund si deve avere ben in mente che tale cane deve muoversi efficacemente attraverso le ripide tane dei pulcinella di mare. Qui entra in gioco l’aiuto delle dita extra, che devono entrare in diretto contatto col terreno, sia quando si arrampicano, che quando discendono delle ripide pareti rocciose. E’ anche di aiuto che il cane sia costruito in modo più ampio nell’anteriore e più stretto nel posteriore, perché in questo modo si muove più agilmente sia in salita che in discesa. Gli speciali movimenti rotatori delle zampe anteriori sono dovuti alla elasticità e flessibilità delle spalle e alla muscolatura delle dita extra delle zampe anteriori.
MANTO:
Pelo: folto e robusto. Sottopelo soffice. Corto sulla testa e sul davanti degli arti, più abbondante a livello del collo, nella porzione posteriore delle cosce e nella coda, ma senza fiocco.
Colore: sempre in combinazione con del bianco. Da fulvo a rosso; manto più o meno disseminato di peli dalle estremità nere; grigio; bianco con macchie scure. In generale i cani adulti hanno l’estremità dei peli di un nero più marcato rispetto ai giovani.
La variante grigio-nera non si è manifestata nella razza dal 1950 e purtroppo non si trova più nei Lundehund attuali. Cani interamente bianchi con pigmento bruno intorno agli occhi e orecchie brune si trovano di tanto in tanto e sono ammessi senza riserve. Lo stesso vale per i cani bianchi con macchie brune di diverse dimensioni. Cani con la testa interamente o metà bianca e senza pigmento intorno agli occhi non sono desiderati e dovrebbero essere penalizzati nella classifica.
TAGLIA:
Altezza al garrese: maschi: 35- 38 cm, femmine: 32-35 cm
PESO:
Maschi: circa 7 kg
Femmine: circa 6 kg
E’ preferibile un cane piccolo e agile. Il Lundehund è costruito per andare nelle tane dei pulcinella di mare e pertanto non deve essere troppo grande o pesante, cosa che gli renderebbe impossibile effettuare un tale compito.

DIFETTI: Ogni discordanza dai punti precedenti deve essere considerata un difetto da penalizzare in funzione della sua gravità
DIFETTI ELIMINATORI: Aggressività.
N.B. I maschi devono avere i testicoli di aspetto normale ben discesi nello scroto.

a cura di Vinattieri Federico - www.difossombrone.it

Razze estere da H a Q
Versione italiana English version Versión española
Pesci d'acquario Cani e bambini Enciclopedia dei Gatti

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy