Kooikerhondje
Atlante delle razze di Cani

Origine, classificazione e cenni storici

Origine: Olanda.
Classificazione F.C.I.: Gruppo 8 - cani da riporto, cani da cerca, cani da acqua.

Il Kooikerhondje (Petit chien hollandais de chasse au gibier d’eau) è stato riconosciuto solo nel 1966 dal Raad van Beheer, ma questa razza in realtà è molto antica. La si vede raffigurata in quadri e affreschi di Jan Vermeer (1632 - 1675), Jan Sten (1626 - 1679) e altri pittori. All’epoca del suo riconoscimento, per le sue piccole dimensioni, venne inserito tra i cani da compagnia. Al di fuori dell’Olanda è quasi completamente sconosciuto.

Aspetto generale

Cane di piccola taglia. È un cane da cerca con silhouette che si iscrive pressappoco in un quadrato. È un piccolo Epagneul.

Carattere

Lavora efficacemente nella caccia alla selvaggina acquatica. È un vero piccolo cane da caccia. H un carattere molto sveglio. È allegro, ma senza essere chiassoso. Molto dipendente dall’ambiente in cui vive. È socievole, dolce e molto vigile. Valido cacciatore anche di topi e di altri roditori. Può vivere benissimo anche in casa. Non necessita i cure particolari e di particolari toelettature.

Kooikerhondje
Kooikerhondje (foto www.dooziedog.com)

Kooikerhondje Kooikerhondje (foto www.ourdogs.co.uk)

Kooikerhondje Cuccioli di Kooikerhondje (foto http://rosewoodkooikers.virginiajournal.org)

Standard

Altezza:  dai 35 ai 40 cm al garrese.

Tronco: si inscrive in un quadrato. Ben proporzionato e di giusta lunghezza.
Testa e muso: con giusti rapporti tra cranio e muso.
Tartufo: sempre di colore nero. Narici ben aperte.
Denti: dentatura completa e corretta. Articolazione a forbice.
Collo: piuttosto robusto e ben proporzionato.
Orecchie: di grandezza media, sono attaccate immediatamente al di sotto di una linea che va dall’estremità del naso all’angolo dell’occhio, portate cadenti e aderenti alle guance. Non devono avere tonalità bianche e la punta è di preferenza nera.
Occhi: sono a forma di mandorla, di colore bruno scuro, con espressione amichevole e attenta.
Arti: perfettamente in appiombo e con buona muscolatura.
Spalla: di giusta inclinazione.
Andatura: rapida e con eccellente spinta del posteriore.
Muscolatura: di ottimo sviluppo.
Coda: portata allegramente orizzontale, mai arrotolata. Ben fornita di frange, presenta un pennacchio bianco.
Pelo: di lunghezza media, liscio oppure leggermente ondulato, non arricciato e ben aderente al corpo. Il sottopelo è ben sviluppato.
Colori ammessi: fondo bianco a striature di colore che vanno da arancione al rosso più o meno chiaro o fulvo. Non sono ammessi cani neri striati di bianco o i cani tricolori. Testa bianca con guance da arancione al rosso.
Difetti più ricorrenti: ogni deviazione da quanto sopra riportato è da considerarsi difetto, è perciò da penalizzare a seconda della gravità.

a cura di Vinattieri Federico - www.difossombrone.it

Razze estere da H a Q
Versione italiana English version Versión española
Il coniglio nano Il manuale del Gatto Enciclopedia internazionale dei Cani
Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy