Harrier
Atlante delle razze di Cani

Origine, classificazione e cenni storici

Origine: Gran Bretagna.
Classificazione F.C.I.: Segugi e cani per pista di sangue.

Si pensa che l'Harrier derivi da incroci, effettuati in tempi ormai remoti, tra razze molto diverse morfologicamente come il “Bulldog inglese”, il “Fox terrier” ed il “Levriero inglese”. Inoltre, in tempi più recenti, ha sicuramente ricevuto l’influsso del “Foxhound”, influsso dimostrato anche dalle sue odierne caratteristiche morfologiche. Il suo nome deriva dalla parola inglese “hare”, che significa “lepre”.

Aspetto generale

Cane forte e leggero, molto somigliante al “Foxhound”, ma molto meno possente e più distinto. La sua testa è molto espressiva. È un cane nell’insieme molto ben proporzionato. Possiede delle buone masse muscolari.

Carattere

Questo cane di media taglia è un eccellente cacciatore di selvaggina da pelo; è specializzato in particolare nella caccia di lepre e volpi. La sua eccessiva specializzazione ha reso difficile la sua diffusione, soprattutto al di fuori del confini della Gran Bretagna. È un cane caratterialmente molto allegro. Cane pieno di energie, vivo, tonico e vivacissimo. Molto affettuoso, soprattutto con i bambini. Testardo come tutti i Segugi. Deve fare molto moto quotidiano.

Harrier Harrier (foto http://web.tiscali.it/beagleclub)

Harrier Harrier (foto www.dogbehavioronline.com)

Standard

Altezza:
 - maschi tra i 48 ed i 55 cm
 - femmine tra i 48 ed i 50 cm.

Tronco: leggero ma molto ben proporzionato e muscoloso.
Testa e muso: è espressiva e di larghezza media.
Tartufo: sempre di colore nero. Narici ben aperte.
Denti: la dentatura deve essere completa e corretta. Articolazione a forbice.
Collo: robusto e forte.
Orecchie: sono a forma di “V”, quasi piatte, leggermente ripiegate, abbastanza corte. Attaccatura piuttosto alta.
Occhi: sono sempre bruno scuro, , mai prominenti, di grandezza media, non troppo arrotondati.
Arti: arti perfettamente in appiombo. Piedi proporzionati. Masse muscolari toniche e ben evidenti. Spalla di giusta angolazione.
Muscolatura: masse muscolari di eccellente sviluppo.
Coda: di lunghezza media, leggermente a spiga e ben portata.
Pelle: pelle molto morbida e abbastanza elastica.
Pelo: liscio “all’inglese”, cioè piatto e non troppo corto.
Colori ammessi: abitualmente a fondo bianco con tutte le sfumature dal nero all’arancione; fuori dal Regno Unito generalmente tricolore con mantello nero che copre la parte superiore del dorso.
Difetti: ogni deviazione di quanto sopra riportato è da considerare difetto, più o meno grave a seconda della gravità.

a cura di Vinattieri Federico - www.difossombrone.it

Razze estere da H a Q
Versione italiana English version Versión española
Pesci d'acquario Cani e bambini Enciclopedia dei Gatti

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy