Mastiff
Atlante delle razze di Cani

Origine, classificazione e cenni storici

Origine: Gran Bretagna.
Classificazione F.C.I.: Gruppo 2 - cani di tipo pinscher, schnauzer, molossoide e cani bovari svizzeri.

Il Mastiff (Mastino inglese), come tutti i cani di tipo molossoide, ha origini molto antiche. Discende dai leggendari molossi che affrontarono Cesare nel 55 a.C., quando le sue legioni invasero le Isole britanniche. Erano cani di dimensioni eccezionali tanto da essere chiamati “cani leoni”. Era il diretto discendente dei Mastini assiro-babilonesi, che furono portati in Inghilterra dai commerciati Fenici 500 anni prima dell’invasione da parte di Roma. Dopo aver conquistato la Britannia, i Romani portarono con sé questi impressionanti cani inglesi e li chiamarono “pugnaces britannici” che impegnarono all’interno delle arene nei più spettacolari combattimenti contro belve, tori e anche uomini. Il Mastiff è un diretto discendente di tali cani da combattimento. Razza molto diffusa e molto apprezzata. La razza ha rischiato più volte l’estinzione ma è stata sempre recuperata per un difficile lavoro di consanguineità e questo aspetto ha portato ad una certa debolezza genetica nella razza, come in altre razze di tipo molossoide.

Aspetto generale

Cane di taglia gigante. È uno dei più grandi molossi. Alcuni autori hanno scritto che questa razza, insieme al “Mastino Napoletano”, è la razza che ricorda più di tutte l’antico molosso di Roma. Ha la caratteristica fisionomia che incute rispetto. La testa è imponente e quadrata. Il corpo è massiccio e molto vigoroso. L’ossatura è molto forte. Possiede pelle in abbondanza.

Carattere

Il Mastiff è un eccellente cane da guardia. È un cane che ama e difende tutti i membri della famiglia che ne ha cura. Non è mai inutilmente mordace. Cane tranquillo, pacato. Non accetta gerarchie. Molto affezionato alle persone che considera amiche. Cane poco longevo. Le sue notevoli dimensioni suggeriscono di tenerlo in giardino, ma bisogna ricordare che ha un bisogno vitale di compagnia umana. Per quanto riguarda la salute, da adulto non dà molti problemi, ma bisogna stare attenti durante la crescita.

Mastiff Mastiff (foto www.agraria.org)

Mastiff Mastiff (foto www.agraria.org)

Standard

Altezza:  la più grande possibile, purché combinata alla qualità della struttura complessiva.

Tronco: vigoroso, armonico, simmetrico e di giuste proporzioni. Struttura poderosa.
Testa e muso: la testa, da qualunque parte la si osservi, denota un aspetto quadrato. Cranio largo tra le orecchie, piatto, ma ricco di rughe quando il cane è in attenzione. Muso corto, largo sotto gli occhi: deve apparire decisamente tronco e avere grande profondità tra la punta del naso e la linea inferiore della mandibola. Stop ben segnato, ma non brusco.
Tartufo: molto largo, con narici ben aperte e di colore nero.
Denti: dentatura completa nel numero e nello sviluppo. Chiusura a forbice.
Collo: molto robusto e muscoloso.
Orecchie: piccole, fini, attaccate alte, serrate alle guance.
Occhi: sono piccoli, color nocciola il più scuro possibile.
Arti: diritti e solidi. Masse muscolari di eccellente sviluppo. Ossatura poderosa. Giuste angolazioni del posteriore. Piede ben chiuso e grande. Cuscinetti plantari duri.
Spalla: ben inclinata e ben muscolosa.
Andatura: ampia falcata. Andatura sciolta e con buona spinta del posteriore.
Muscolatura: di eccellente sviluppo in tutte le parti del corpo.
Coda: pendente quando il cane è in riposo, viene portata leggermente ricurva quando è eccitato.
Pelle: elastica e abbondante. Sotto il collo forma giogaia.
Pelo: corto e denso.
Colori ammessi: albicocca, grigio, fulvo o fulvo scuro tigrato. Muso, maschera e orecchie neri.
Difetti più ricorrenti: misure fuori standard, colori del manto non ammessi, monorchidismo, criptorchidismo, mancanza di premolari, mascella deviata, coda torta, prognatismo, enognatismo, occhio chiaro, orecchie portate male, depigmentazione, atipicità, muso troppo corto, cranio stretto, movimento scorretto, retrotreno difettoso, labbro poco profondo, ossatura leggera, cane gracile, obesità, masse muscolari insufficienti, carattere aggressivo o timido.

a cura di Vinattieri Federico - www.difossombrone.it

Razze estere da H a Q
Versione italiana English version Versión española
Il coniglio nano Il manuale del Gatto Enciclopedia internazionale dei Cani
Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - [email protected]