Laika della Siberia Occidentale
Atlante delle razze di Cani

Origine, classificazione e cenni storici

Origine: Russia.
Classificazione F.C.I.: Gruppo 5 - cani di tipo spitz e tipo primitivo.

Questo Laika (West Siberian laika) è il prodotto dell’incrocio tra le due varietà di Laika strettamente parenti (L. Chanteiska e L. Hanstaka) ed i cani dei cacciatori del nord degli Urali e Siberia occidentale. Fuori dal suo territorio di origine, dove la caccia svolge un ruolo essenziale, questa razza si è largamente diffuso nella Russia centrale, dove questi cani sono allevati in grandi centri. In una serie di territori di caccia esistono canili specializzati nell’allevamento di questi cani.

Aspetto generale

Di aspetto medio, asciutto e di costituzione robusta. Ossatura ben sviluppata. Muscolatura forte e ben sviluppata. L’indice di formato (lunghezza del corpo x 100 altezza al garrese) è di 103-107 nei maschi e di 104-108 nelle femmine.

Carattere

Vivo ed equilibrato. Razza che non necessita di cure particolari. Molto resistente. Non ha problemi con le basse temperature.

Laika della Siberia Occidentale
Laika della Siberia Occidentale (foto www.laikaspirit.nl)

Laika della Siberia Occidentale
Laika della Siberia Occidentale (foto PrzemekL)

Laika della Siberia Occidentale Laika della Siberia Occidentale (foto Vasily Titaev, Moscow http://shelmapackkennel.com)

Standard

Altezza:
 - maschi dai 54 ai 60 cm al garrese
 - femmine dai 52 ai 58 cm al garrese.

Tronco: garrese fortemente marcato. groppa larga, muscolosa, leggermente obliquo. Dorso solido e dritto. Regione lombare corta ed elastica. Petto ben sviluppato. Addome leggermente retratto.
Testa e muso: cranio di forma simile a quella di un triangolo isoscele. Stop poco marcato e poco visibile. Musello lungo e affilato. Labbra asciutte e ben unite.
Tartufo: nero.
Denti: forti e bianchi; articolazione a forbice.
Collo: asciutto e molto muscoloso.
Occhi: ovali, piazzati obliqui, di colore scuro.
Orecchie: attaccatura alta, estremità appuntite, tenute dritte.
Arti: estremità anteriori lunghe. Metacarpo non troppo lungo, leggermente inclinato. Posteriori muscolosi, solidi, con buona articolazione del garretto. Speroni da eliminare. Piedi ovali, arcuati, dita serrate.
Spalla: obliqua e muscolosa.
Andatura: l’andatura preferita è un trotto accorciato alternato a brevi tratti al galoppo.
Muscolatura: di ottimo sviluppo.
Coda: strettamente arrotolata, portata sul dorso o sulla parte posteriore delle cosce.
Pelle: spessa, senza pliche.
Pelo: pelo di protezione con sottopelo molto sviluppato. Il pelo di copertura è duro e grossolano.
Colori ammessi: bianco, sale e pepe, rosso o grigio in tutte le sfumature di questi colori; ammesso anche il nero, i soggetti striati o con placche nei colori corrispondenti.
Difetti più ricorrenti: ogni scarto da quanto sopra indicato deve essere considerato difetto da penalizzare in funzione della sua gravità.

a cura di Vinattieri Federico - www.difossombrone.it

Razze estere da H a Q
Versione italiana English version Versión española
Il coniglio nano Il manuale del Gatto Enciclopedia internazionale dei Cani
Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy