Norrbottenspets
Atlante delle razze di Cani

Origine, classificazione e cenni storici

Origine: Svezia.
Classificazione F.C.I.: Gruppo 5 - cani di tipo spitz e tipo primitivo.

Oggi sappiamo solamente che ha origine nel nord della Svezia. L’evoluzione e l’origine di questa razza è sconosciuta. Viene chiamato anche semplicemente “Spitz di Norrbotten”.

Aspetto generale e carattere
Aspetto generale: piccolo cani di tipo Spitz, squadrato, compatto e tozzo, dalla muscolatura asciutta e forte. Aitante, con portamento alto della testa; di carattere ardito, è estremamente vivace. Forte dimorfismo sessuale. Il cane ideale rappresenta un piccolo Spitz, attento, buon guardiano, di costituzione armoniosa e buon carattere.
Carattere: come cane da caccia, lo Spitz di Norrbotten si deve mostrare attento e coraggioso e dare l'impressione di un cane sveglio, attivo, amabile e sicuro di sé. Mai nervoso, pauroso o aggressivo.

Norrbottenspets
Norrbottenspets (foto http://puppydogweb.com)

NorrbottenspetsNorrbottenspets (foto www.sknh.ch)

Norrbottenspets Norrbottenspets (foto www.manjusha-spitz.ca)

Standard

Altezza:
 - maschi  45 cm al garrese
 - femmine  42 cm al garrese

Tronco: la profondità del corpo (cioè la distanza fra la parte più alta del garrese e quella più bassa del petto) è circa uguale alla metà dell'altezza al garrese. Dorso corto, forte, muscoloso ed elastico. Vista di profilo, la linea del dorso scende leggermente al di sopra del garrese, poi continua in linea retta. Groppa moderatamente lunga e larga, leggermente inclinata e molto muscolosa. Regione lombare corta e larga. Petto di profondità moderata e lungo, con le ultime costole molto sviluppate. Visto di fronte, la gabbia toracica si presenta in forma ovale, con pettorina ben discesa e davanti di larghezza normale. Di profilo raggiunge l'altezza del gomito e la linea del petto si prolunga nella linea addominale. Linea inferiore addome moderatamente rientrante.
Testa e muso: Cranio moderatamente largo e piuttosto piatto. Fronte leggermente convessa. Arcate sopracciliari molto accentuate. Stop poco accentuato ma ben definito. Musello di lunghezza media, molto appuntito. La lunghezza corrisponde alla metà di quella della testa o è leggermente inferiore. Labbra fini, asciutte, ben adattate. Canna nasale dritta.
Tartufo: nero.
Denti: denti molto sviluppati con articolazione a forbice.
Collo: di lunghezza media, asciutto, muscoloso, leggermente incurvato e portato alto.
Occhi: di grandezza media, a forma di mandorla e piuttosto obliqui. Di colore bruno scuro, brillanti. La loro espressione è calma, ma energica.
Orecchie: attaccatura alta, di grandezza un po' inferiore alla media, con pelo rado e tenute ben dritte. Estremità leggermente arrotondata.
Arti: anteriori con scapola lunga e larga, con spina scapolare e muscolatura molto sviluppate. Ben attaccata alla parete toracica e molto obliqua. Braccio della stessa lunghezza della scapola, forte, ben aderente contro la gabbia toracica, ma tuttavia libero di muoversi. Angolo aperto con la scapola. Gomito ben diretto verso l'indietro.
Avambraccio: dritto, con buona ossatura e muscolatura asciutta, ma nondimeno elastico. Carpo e Metacarpo visti di fronte, sono solidi e formano con l'avambraccio una linea dritta. Di profilo, il metacarpo è leggermente flesso. Piedi anteriori piccoli, solidi, ben diretti in avanti, ben arcuati con dita serrate; cuscinetti ben sviluppati e solidi. Posteriori visti da dietro, i posteriori sono paralleli. Grassella solida. Coscia di lunghezza proporzionata, forma un angolo retto con il bacino. Molto muscolosa. Garretto forte, qualunque sia l'angolatura da cui viene guardato. Gamba angolo retto col bacino. Metatarso secco, soffice e piuttosto lungo. Piedi posteriori come gli anteriori, ben diretti in avanti.
Andatura: al galoppo come trotto, lo Spitz di Norrbotten presenta andature elastiche e regolari, con ampie falcate e forte spinta degli arti posteriori. La linea del dorso resta stabile. Gli arti si muovono su piani paralleli all'asse longitudinale del corpo.
Muscolatura: ben sviluppata.
Coda: attaccata relativamente alta, portata piuttosto alta e in semicerchio, con la punta che tocca i lati della coscia. Quando viene distesa, non deve superare la punta del garretto. La coda accorciata non è ammessa.
Pelo: duro, corto, dritto e piuttosto serrato, con sottopelo fine e denso. La canna nasale, il cranio, orecchie e la parte anteriore degli arti sono coperti da pelo corto; attorno al collo, la parte posteriore delle cosce e la faccia inferiore della coda, il pelo è più lungo.
Colori ammessi: sono ammessi tutti i colori. Quello ideale è il bianco con macchie gialle o rosso brune.
Difetti più ricorrenti: monorchidismo, criptorchidismo, arti storti, coda mal portata, pelo lungo, canna nasale convergente, garretto leggero, muscolatura insufficiente, andatura scorretta, retrotreno difettoso, carattere inibito.

a cura di Vinattieri Federico - www.difossombrone.it

Razze estere da H a Q
Versione italiana English version Versión española
Il coniglio nano Il manuale del Gatto Enciclopedia internazionale dei Cani
Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy