Deutscher Langhaar - Cane da Ferma Tedesco a Pelo Lungo
Atlante delle razze di Cani

Origine, classificazione e cenni storici

Origine: Germania.
Classificazione F.C.I.: Gruppo 7 - cani da ferma.

La culla di origine del Cane da ferma tedesco a pelo lungo (Deutscher Langhaariger Vorstehhund - Deutscher Langhaar) può essere identificata nel Wurttemberg. Il suo progenitore è stato un “Bracco” locale, oggi scomparso, incrociato con “Setter inglesi”, “Gordon”, “Èpagneul francesi” e “Cani da ferma olandesi”. Oggi abbiamo notizie piuttosto frammentarie sulla storia di questa razza, pertanto ci sono le ipotesi più svariate, fra cui l’incrocio con un Pastore, non meglio identificato. Quello che sappiamo per certo è che la razza è stata sicuramente selezionata solo da cacciatori, ed è risultato un cane stabile dal punto di vista morfologico e anche sul piano caratteriale. Cane da ferma adatto ad ogni tipo di selvaggina. Quasi del tutto sconosciuto in Italia, poco diffuso anche nella stessa Germania, dove gli vengono preferiti i suoi cugini a pelo corto.

Aspetto generale

Cane di buona taglia, mesomorfo dolicocefalo. Classificato morfologicamente come tipo Braccoide. Il suo aspetto è elegante, il cui pelo duro fornisce alla pelle una discreta protezione. Le sue forme assicurano resistenza, forza e velocità. Il complesso delle linee esprime una grande nobiltà. La sua testa è asciutta, la coda è ben portata, e la sua pelle è tesa. È una razza costruita molto bene, armonica. Nei soggetti piccoli deve essere richiesta molta sostanza. Non sono desiderati però esemplari massicci, pesanti e goffi. Tipica morfologia del cane da caccia.

Carattere

Il suo temperamento è docile e disciplinato. È un cane molto attaccato al suo padrone, ama la vita in famiglia. Sa prendere le difese del proprio padrone in caso di pericolo. Si dimostra quasi sempre riservato e serio, e sembra sottoporre ad accurato esame tutti coloro che lo circondano. Questa razza necessita di cure, deve essere spazzolato almeno 2 o 3 volte alla settimana e strippato nei periodi di muta. Bisogna stare attenti alla pulizia del pelo dopo il lavoro. Esige esercizio quotidiano. Considerato da alcuni allevatori ed appassionati della razza, un perfetto compagno.

Deutsch Langhaar Deutsch Langhaar (foto www.deutsch-langhaar-verband.de)

Deutsch Langhaar Deutsch Langhaar (foto www.deutsch-langhaar-verband.de)

Standard

Altezza:
 - maschi tra i 60 ed i 70 cm
 - femmine tra i 58 ed i 66 cm.
Peso: si aggira intorno ai 30 kg.

Tronco: dorso dritto, forte, non troppo lungo, zona dei reni particolarmente muscolosa. Groppa lunga, moderatamente discendente. Petto prominente, gabbia toracica larga e profonda, discende almeno fino ai gomiti.
Testa e muso: deve essere attribuito un valore particolare al bel pelo sulla testa. Aspetto nobile, longilineo. Cranio leggermente convesso. Fronte leggermente saliente, non come un brusco scalino. Dorso del naso leggermente montanino, non troppo stretto. Labbra non troppo pendenti. Guance con osso zigomatico non troppo pronunciato. Mandibola senza restringimento.
Tartufo: bruno, leggeri segni biancastri ammessi.
Denti: forti, completi nel numero. Chiusura a forbice.
Collo: robusto e nobile, senza giogaia, che si allarga con bella linea verso il torace, non troppo corto.
Orecchie: poste non troppo in basso. Girate leggermente in avanti.
Occhi: bruni, il più possibile scuri; palpebre ben aderenti al globo oculare, membrana nittitante rossa non visibile. Non troppo infossati, né troppo sporgenti.
Arti: gomiti ben accostati. Articolazione del metacarpo leggermente angolata, non completamente dritta. Cuscinetti plantari duri e robusti. Posteriori con l’osso del bacino, il femore, l’osso della gamba e quello del piede che formano una linea verticale. Garretto con corretta angolazione. Da eliminare gli speroni.
Spalla: ben aderente. Scapola e braccio formano un angolo retto.
Andatura: movimenti ampi, che coprono molto terreno, allungati, con una buona spinta del posteriore.
Muscolatura: tonica e ben sviluppata.
Coda: non portata troppo dritta.
Pelle: molto aderente al corpo, senza pliche.
Pelo: bisogna dare molta importanza ad un mantello corretto. Deve essere lungo circa 3-5 cm, né un eccessivo sviluppo del pelo, né un pelo troppo corto. Deve essere abbastanza ben aderente. Molto pelo sul ventre e coda. Più corto sulla testa e sotto i garretti.
Colori ammessi: solo colore bruno; bruno con marcature bianche o biancastre; biancastro scuro; biancastro chiaro con macchie grandi;  bianco trota con macchie brune; bruno bianco o bruno puro-bianco o con poche piccole macchie.
Difetti più ricorrenti: prognatismo, enognatismo, carattere timido e pauroso, occhio chiaro di falco, orecchio aperto, dorso avvallato, petto a botte, coda a gancio, arti non angolati, posteriore vaccino, piedi allargati, pelo arricciato, movimento scorretto, monorchidismo, criptorchidismo.

a cura di Vinattieri Federico - www.difossombrone.it

Razze estere da H a Q
Versione italiana English version Versión española
Il coniglio nano Il manuale del Gatto Enciclopedia internazionale dei Cani
Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy