Tignola del pomodoro - Tuta absoluta (Meyrick)
Atlante di Entomologia Agraria - Insetti utili e dannosi

Classificazione e piante ospiti

Classe: Insetti
Ordine: Lepidotteri
Sottordine: Eteroneuri
Famiglia: Gelechidi
Genere: Tuta
Specie: T. absoluta (Meyrick)

Piante ospiti: Pomodoro e tutte le solanacee coltivate (patata, peperone, melanzana) e non.

Identificazione e danno

La Tignola del pomodoro (o fillominatrice del pomodoro) è un microlepidottero originario dell’America del sud; l'adulto è lungo circa 5-7 mm e con un apertura alare di 9-11 mm; presenta antenne filiformi e anellate, ali anteriori di colore grigio argenteo con strie scure; ali posteriori grigie. Il colore delle larve varia da giallo chiaro a grigio scuro, con il capo marrone. Le larve di ultima età sono verdi o rosate.
Le giovani larve penetrano nei frutti, nelle foglie o negli steli formando delle gallerie o delle mine. Le gallerie possono in seguito essere invase da altri patogeni secondari. La presenza di gallerie nello stelo determina un’alterazione dello sviluppo dell’intera pianta. Sulle foglie la parte interessata è il solo mesofillo e non l’epidermide che rimane intatta. Le foglie minate assumono un aspetto trasparente. Il fitofago predilige le gemme apicali, i fiori e i frutti. Colpisce sola la parte epigea della pianta. Determina sia danni diretti che danni indiretti. Danneggia tutti gli organi epigei con una predilezione per le foglie e gli steli. La riduzione della produzione può arrivare anche al 70-100%.

Ciclo biologico

Specie omodinama. Le larve non vanno in diapausa sono pertanto presenti per tutto l’anno compiendo 10-12 generazioni. Un ciclo biologico si compie in 66 - 20 giorni in dipendenza della temperatura (15°- 30° rispettivamente) (ottimale quella di 27°C). Gli adulti sono notturni e durante il giorno vivono tra le foglie. Le femmine depongono le uova nella parte aerea della pianta ospite, in genere sulla pagina inferiore delle foglie; ogni femmina depone circa 25 0 uova durante la sua vita. La larva si impupa sul suolo e più raramente nelle mine sulle foglie. (www.sito.regione.campania.it)

Adulto di Tignola del pomodoro Adulto di Tignola del pomodoro - Tuta absoluta (Meyrick) (foto http://photos.eppo.org)

Larva di Tignola del pomodoro Larva di Tignola del pomodoro - Tuta absoluta (Meyrick) (foto http://photos.eppo.org)

Lotta

Tra i mezzi fisici e agronomici utili alla difesa contro Tuta in serra figurano anzitutto l’impianto di materiale indenne e la protezione della serra con reti anti-insetto2 e doppia porta, per ostacolare
le reinfestazioni di adulti dall’esterno. L’impiego di trappole a feromoni per monitorare le catture di Tignola e di trappole per la cattura massale degli adulti sono ugualmente importanti. Infine è essenziale distruggere i residui colturali infestati e lasciar passare almeno sei settimane prima del successivo reimpianto.
Attualmente non esiste una soluzione assoluta per questo lepidottero, già ben adattato e particolarmente resistente ai comuni fitofarmaci. (Altre informazioni >>>)

Versione italiana English version Versión española
Il mio frutteto biologico Orto e giardino biologico Coltivare l'olivo

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy