Nottua del cavolfiore - Mamestra brassicae L.
Atlante di Entomologia Agraria - Insetti utili e dannosi

Classificazione e piante ospiti

Classe: Insetti
Ordine: Lepidotteri
Sottordine: Eteroneuri
Famiglia: Nottuidi
Genere: Mamestra
Specie: M. brassicae L.

Piante ospiti: Cavolfiore, Bietola, varie orticole, Pomodoro, Peperone, Patata, Girasole, Tabacco, Cereali, ornamentali e Pomacee.

Identificazione e danno

La Mamestra brassicae è una farfalla che può raggiungere anche i 45 mm di apertura alare; la livrea delle ali anteriori è di colore grigio-brunastro, con marmoreggiature e disegni bianchi e neri, mentre quella delle ali posteriori è uniforme grigiastra. La larva che misura circa 40-45 mm di lunghezza è di colore verdognolo (larva giovane) o di colore grigioverdastro (larva matura); inoltre la livrea è completata da fasce scure longitudinali e dalla zona ventrale giallognola.
Il danno si manifesta sulle foglie, sia interne che esterne, e sul fusto ed è determinato dalle larve. Queste, che hanno abitudini notturne, rodono voracemente le foglie e scavano delle gallerie nei fusti, provocando anche la morte della pianta.

Ciclo biologico

La Mamestra brassicae sverna come crisalide.
Gli adulti, notturni, compaiono in aprile-maggio e depongono le uova sulla pagina inferiore delle foglie, le ovature contengono generalmente alcune decine di uova. Le larve, che fuoriescono dal mese di giugno, iniziano immediatamente a nutrirsi, durante le ore notturne; nelle ore diurne si nascondono nel terreno. Dopo circa 1-2 mesi, a seconda delle temperature ambientali, le larve raggiungono la maturità e si incrisalidano nel terreno, a pochi centimetri di profondità. Generalmente, nel mese di luglio, si ha lo sfarfallamento dei nuovi adulti (2a generazione); questi originano la 2a generazione le cui larve compaiono dal mese di agosto. Queste larve si incrisalidano e svernano. La Mamestra compie, pertanto, due generazioni all'anno; nelle regioni più fredde compie una sola generazione all'anno.

Adulto di Nottua del cavolfiore Adulto di Nottua del cavolfiore - Mamestra brassicae L. (foto www.agroatlas.ru)

Larva di Nottua del cavolfiore - Mamestra brassicae L. Larva di Nottua del cavolfiore - Mamestra brassicae L. (foto www.hdc.org.uk)

Lotta

La lotta contro la Mamestra brassicae è di tipo chimico e segue i criteri della lotta guidata ed integrata; si avvale anche di prodotti biotecnologici e biologici. La tecnica della lotta guidata prevede l'installazione di trappole sessuali, per stabilire il momento dell'intervento (sfarfallamenti); queste trappole devono essere installate in aprile.
La lotta viene effettuata contro le larve delle prime età.
La specie viene controllata, nell'ambiente, da alcuni entomofagi come:
- Imenotteri: Amblyteles armatorius Forst., parassitoide di larve;
- Ditteri: Compsilura concinnata Meig., parassitoide di larve.

Versione italiana English version Versión española
Guida pratica alla Permacultura Manuale di Lombricoltura Le Insalate

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy