Punteruolo nero dell'agave - Scyphophorus acupunctatus Gyllenhaal, 1838
Atlante di Entomologia Agraria - Insetti utili e dannosi

Classificazione e piante ospiti

Classe: Insetti
Ordine: Coleotteri
Sottordine: Polifagi
Famiglia: Curculionidi
Genere: Scyphophorus
Specie: S. acupunctatus Gyllenhaal, 1838

Piante ospiti: agavi, noline e Yucche ornamentali

Identificazione e danno

Le larve dell’insetto dotate di robuste mandibole, arrecano danni diretti alle piante ospiti; inoltre la specie è ritenuta vettrice di agenti patogeni e in particolare della batteriosi dell’agave sostenuta da Erwinia carotovora che porta al rapido disfacimento dei tessuti.
Ritenuto originario dell’America centrale il coleottero è ampiamente diffuso in tutti i continenti. In Europa è stato dapprima intercettato in Olanda su Yucca e Dasyliron e successivamente in Lombardia nei fusti di piante di Beaucarnea, coltivate in serra, originarie del Nicaragua ma provenienti dall’Olanda. Tutte le piante, dal 1998 al 2000, sono state distrutte per eliminare il focolaio d’infestazione.
Nel 2006, nelle foglie basali di varie agavi del centro urbano di Catania, è stata rilevata la presenza di numerose larve, camere pupali e adulti del coleottero. Il monitoraggio effettuato in Sicilia, con trappole a caduta e con l’ispezione di numerose agavi, noline e Yucche ornamentali, ha consentito di accertare che, dal 2008 al 2012, il punteruolo nero si è progressivamente diffuso nell’isola.

Ciclo biologico

Gli adulti sono di colore nero, lunghi in media 18 mm, la larva matura, di colore bianco crema, è lunga in media 30 mm; essa costruisce una camera pupale, simile a quella del punteruolo rosso, utilizzando le fibre delle foglie di agave entro la quale si trasforma in pupa.

Fonte. Franco Crippa www.georgofili.info

Punteruolo nero dell'agave Punteruolo nero dell'agave (foto http://bugguide.net)

Punteruolo nero dell'agave Larve di Punteruolo nero dell'agave (foto http://centraltexasgardening.wordpress.com)

Punteruolo nero dell'agave Agave colpita da Punteruolo neo dell'agave (foto www.minutocero.es)

Lotta

Al momento la lotta a questo parassita effettuata con insetticidi di sintesi non ha mostrato un'elevata efficacia pertanto resta la prevenzione la migliore profilassi.Pertanto risulta fondamentale i controlli da parte degli organi competenti e laddove si verifichino dei focolai di infestazione bisogna provvedere alla distruzione di tutto il materiale infetto.

Versione italiana English version Versión española
La coltivazione della vite Guida al biologico Coltivare ed allevare per l'autosufficienza della famiglia

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy