Cassida della bietola - Cassida vittata Villers
Atlante di Entomologia Agraria - Insetti utili e dannosi

Classificazione e piante ospiti

Classe: Insetti
Ordine: Coleotteri
Sottordine: Polifagi
Famiglia: Crisomelidi
Genere: Cassida
Specie: C. vittata Villers

Piante ospiti: Barbabietola ed altre Chenopodiacee.

Identificazione e danno

Gli adulti, lunghi circa 5-6 mm, hanno il corpo di forma tipicamente ovale, di color verde chiaro con fasce longitudinali dorate sulle elitre; le larve sono ovoidali ed hanno il corpo ornato di tipiche formazioni spinose.
Il danno è compiuto da entrambi gli stadi che si nutrono del parenchima fogliare provocandovi dei fori, conseguenti alla lacerazione di una delle due epidermidi lasciata intatta. Analoghi i danni provocati dalla congenere Cassida nobilis che peraltro è più diffusa nelle regioni settentrionali.

Ciclo biologico

La Cassida sverna da adulto, si porta sui bietolai in marzo-aprile, dove compie 2-3 generazioni all'anno.

Cassida della bietola Cassida della bietola - Cassida vittata Villers (foto www.gardensafari.net)

Lotta

La lotta alle Casside viene generalmente effettuata solo alla presenza effettiva di infestazione, limitando gli interventi ai focolai iniziali; vengono utilizzati, attraverso interventi fogliari eventualmente abbinati al controllo contemporaneo di altri fitofagi come l'Altica.

Versione italiana English version Versión española
La coltivazione della vite Guida al biologico Coltivare ed allevare per l'autosufficienza della famiglia

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy