Afide delle cucurbitacee - Aphis gossypii Glov.
Atlante di Entomologia Agraria - Insetti utili e dannosi

Classificazione e piante ospiti

Classe: Insetti
Ordine: Rincoti
Sottordine: Omotteri
Famiglia: Afididi
Genere: Aphis
Specie: A. gossypii Glov.

Riferimento bibliografico:
Fitopatologia, entomologia agraria e biologia applicata” – M.Ferrari, E.Marcon, A.Menta; Edagricole scolastico - RCS Libri spa

Piante ospiti: Cucurbitacee, Cotone, Pomodoro, Peperone, Patata, Agrumi, Ibisco, Catalpa, ecc.

Identificazione e danno

Si tratta di un Afide molto polifago che infesta tutte le Cucurbitacee, il Cotone e molte piante ortive ed ornamentali (Ibisco, Catalpa, ecc.). L'adulto (circa 2 mm di lunghezza) presenta un colore molto variabile, dal ver­dognolo al grigiastro-scuro.
Le forme giovanili sono quasi sempre giallognole. L'Aphis gossypii infesta la pagina inferiore delle foglie, provocandone l'ingiallimento ed il disseccamento. Inoltre attacca anche i fiori, determinandone l'avvizzimento, ed i frutti, ostacolandone l'accrescimento. Le piante colpite manifestano un generale sviluppo stentato. L'Afide, inoltre, produce abbondante melata che richiama le Formiche che lo diffondono e lo proteggono. La presenza della melata comporta danni indiretti dovuti ad asfissia, ustioni per effetto lente ed, infine, favorisce l'instaurarsi delle Fumaggini che aggravano ulteriormente il danno. I danni sono ulteriormente aggravati anche dall'azione di diffusione che l'Aphis gossypii svolge per alcuni virus come il Mosaico del Cetriolo, del Cocomero, ed altre virosi delle piante ortive come la Cipolla e la Patata.

Ciclo biologico

Questo Afide può svernare come uovo sugli ospiti primari arborei (Catalpa, Ibisco) o, nei climi più favorevoli, come femmina adulta anolociclica o paraciclica.

Afide delle cucurbitacee Afide delle cucurbitacee - Aphis gossypii Glov.(foto www.aphidweb.com)

Afide delle cucurbitacee Afide delle cucurbitacee - Aphis gossypii Glov.(foto www.aphidweb.com)

Lotta

La lotta contro Aphis gossypii è di tipo chimico; essa viene eseguita in presenza di forti infestazioni. L'afide è, in natura, controllato da vari entomofagi predatori/parassitoidi (Neurotteri Crisopidi, Coleotteri Coccinellidi, Ditteri Sirfidi e Cecidomidi ed Imenotteri) e da funghi entomopatogeni; tuttavia il controllo      naturale, specialmente se l'impiego di fitofarmaci ha ridotto l'entomofauna utile, non sempre riesce a contenere le popolazioni del fitofago.
In coltura protetta si può attivare il controllo biologi­co con lancio di entomofagi.

Fitopatologia, entomologia agraria e biologia applicata


Versione italiana English version Versión española
La coltivazione della vite Guida al biologico Coltivare ed allevare per l'autosufficienza della famiglia
Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy