Datura - Datura spp.
Atlante delle piante da vaso - Piante da appartamento e da balcone

Classificazione, provenienza e descrizione

Nome comune: Datura.
Genere: Datura.

Famiglia: Solanaceae.

Etimologia: deriva dal vocabolo arabo "Tatorha".
Provenienza: genere originario delle zone temperate dell'Asia e dell'America,

Descrizione genere: comprende molte specie erbacee annuali, perenni, arbustive, e più raramente arboree; hanno una fioritura ricca con corolle grandi tubolari colorate di bianco candido, giallo, crema o violetto dal profumo intenso e persistente.

Datura chlorantha Datura chlorantha - Firenze maggio (foto www.agraria.org)

Specie e varietà

Datura chlorantha: origine sconosciuta (probabilmente si tratta di un ibrido); pianta perenne a fusto parzialmente legnoso; produce fiori con corolle grandi tubolari di colore giallo zolfo. Fioritura primaverile; utilizzata come pianta ornamentale.

Datura metel: nome comune Noce metella; pluriennale, coltivata come annuale, molto profumata; viene utilizzata fin dall'antichità per scopi medicinali.

Datura sanguinea: arbusto o alberello originario del Perù; presenta rami fragili e molto fronzuti alla sommità. Le foglie sono a fasci di 5-7, ovato-lanceolate, vellutate, verdi e lucide nella pagina superiore, più pallide sotto; i fiori sono terminali e penduli, rosso arancio, lunghi fino a 20 cm, inodori.

Datura arborea: originaria dell'America meridionale, pianta perenne a fusto parzialmente legnoso, con grosse ramificazioni alta oltre i 2 m, porta foglie, persistenti nei climi caldi, molto grandi di colore verde pallido e largamente dentate, all'estremità dei rami all'ascella delle foglie, porta fiori grandi di colore bianco-crema, penduli, tubulosi a 5 lobi, molto profumati, doppi in alcune varietà, fioritura in Agosto, non sopporta il gelo, la più utilizzata come pianta ornamentale.

Datura stramonium: pianta erbacea, a fusto vigoroso, eretto, cilindrico, a rami divaricati (nota volgarmente come Stramonio o Mela delle spine o Noce velenosa per lo strano frutto ricoperto di aculei), si distingue per i fiori bianchi a campana a postamento eretto disposti all’ascella delle foglie; esiste anche una varietà a corolla violaceo pallido e antere di color violetto scuro. Si trova abbastanza frequentemente nei luoghi incolti. Ogni parte della pianta risulta velenosa, se ingerita, a causa dell'elevata concentrazione di potenti alcaloidi, presenti in tutte le parti della pianta e principalmente nei semi.

Datura chlorantha Datura chlorantha - Firenze maggio (foto www.agraria.org)

Esigenze ambientali, substrato, concimazioni ed accorgimenti particolari

Devono essere poste in zone soleggiate e riparate dai venti freddi.
Il terreno deve essere leggero, fertile, fresco e sabbioso. Le specie perenni, più sensibili alle gelate, devono essere ricoverate in serra fredda o in locale asciutto, prevedendo quindi la coltura in vaso o togliendo dal terreno le piante prima dell'arrivo del gelo e ripiantate in primavera dopo una decisa potatura.

Moltiplicazione

Le specie annuali o per le perenni coltivate come annuali si riproducono per semina primaverile; le specie perenni, come la Datura arborea, si moltiplicano per talea legnosa, in settembre, utilizzando i rami dell'anno.

Malattie, parassiti e avversità

Temono il gelo e il ristagno idrico.

Nome genere A - H
Versione italiana English version Versión española
I funghi dal vero La fattoria biologica Come fare del buon vino

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy