Beaucarnea - Beaucarnea spp.
Atlante delle piante da vaso - Piante da appartamento e da balcone

Classificazione, provenienza e descrizione

Nome comune: Nolina o Mangiafumo.
Genere: Beaucarnea.

Famiglia: Liliaceae.

Provenienza: America Centrale.

Descrizione genere: comprende circa 20 specie di piante perenni, ma in commercio se ne trova praticamente una: B. recurvata.

Beaucarnea recurvata - Mangiafumo Beaucarnea recurvata - Mangiafumo (foto www.agraria.org)

Specie e varietà

Beaucarnea recurvata: specie originaria del Messico, dove raggiunge anche i 9 m. di altezza. Si presta bene alla coltivazione in appartamento, avendo come unica richiesta quella di poter godere di temperature miti durante la stagione invernale. Presenta il fusto carnoso e rigonfio alla base. I fiori, che compaiono molto raramente riuniti in grappoli, sono di colore bianco. Da noi difficilmente supera 1-2 m. di altezza.

Beaucarnea gracilis: questa specie presenta il tipico fusto carnoso rigonfio alla base (a forma di bottiglia) alla sommità del quale si forma una corona di foglie larghe 1,5 cm. e lunghe 50-70 cm., dai margini ruvidi e dal colore grigio-verde. Quando fiorisce produce grappoli apicali di fiori rossi.

Beaucarnea longifolia: presenta foglie sottili che possono arrivare a misurare anche più di un metro di lunghezza.

Beaucarnea stricta: presenta foglie con margini ruvidi, aggettanti e rigide.

Beaucarnea recurvata - Mangiafumo Beaucarnea recurvata - Mangiafumo (foto www.agraria.org)

Esigenze ambientali, substrato, concimazioni ed accorgimenti particolari

Temperatura: necessita di temperature miti durante la stagione invernale (non inferiori a 10 °C).
Luce: richiede una posizione molto luminosa, al riparo dai raggi diretti del sole.
Annaffiature e umidità ambientale: annaffiare regolarmente in primavera estate, lasciando asciugare il terreno tra una somministrazione e la successiva. In autunno inverno le annaffiature dovranno essere sospese, visto che la pianta sopravvive grazie all’acqua immagazzinata all’interno della base rigonfia del fusto. Se però, durante i mesi invernali, la temperatura si mantiene al di sopra di 15 °C, la pianta deve essere annaffiata regolarmente.
Substrato: terriccio poroso e humifero.
Concimazioni ed accorgimenti particolari: occorre somministrare concime liquido a primavera (alla ripresa vegetativa) e alla fine dell’estate. Per permettere alla pianta di crescere bene, bisogna assicurarle un periodo di riposo vegetativo a temperature fresche, ma mai al di sotto dei 7 °C. e in posizioni molto luminose. La Beucarnea recurvata non ama frequenti cambiamenti di posizione e non tollera le correnti d’aria.

Moltiplicazione

Si può moltiplicare piantando i getti che si formano lateralmente sul fusto in un miscuglio di torba e sabbia. Si può anche riprodurre piantando i semi che si trovano in commercio in terrine riempite di torba e sabbia, tenute alla temperatura di 18-21 °C (meglio ancora se riscaldate sul fondo). Raggiunta l’altezza di 6-8 cm., le piantine dovranno essere trapiantate in vasi singoli.

Malattie, parassiti e avversità

- Annaffiature eccessive: provocano marciumi radicali che si estendono al tronco.

- Cocciniglia cotonosa: può manifestarsi in modo particolare in presenza di clima caldo e secco. Bisogna asportarla, trattare la pianta con un prodotto anticoccidico ed elevare il tasso di umidità ambientale (le spruzzature e i lavaggi fogliari permettono di eliminare le cocciniglie allo stato larvale). In alternativa al prodotto chimico, si possono strofinare le parti colpite con un batuffolo di cotone bagnato con acqua e alcool.

Nome genere A - H
Versione italiana English version Versión española
Il mio frutteto biologico Orto e giardino biologico Coltivare l'olivo

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy