Callistemon - Callistemon spp.
Atlante delle piante da vaso - Piante da appartamento e da balcone

Classificazione, provenienza e descrizione

Nome comune: Callistemone, Scovolina.
Genere: Callistemon.

Famiglia: Mirtaceae.

Provenienza: Australia.

Descrizione genere: comprende 25 specie di arbusti e alberi sempreverdi che possono raggiungere anche 3 m di altezza. Presentano foglie alterne, dure e lanceolate. I fiori, che compaiono in estate, sono riuniti in spighe terminali e presentano lunghi stami di colore rosso vermiglio e cremisi liberi ed eretti tanto dare all’infiorescenza l’aspetto di uno scovolino (da cui il nome comune della pianta). Dopo la fioritura la pianta produce piccoli frutti, dall’aspetto di capsule lignificate, che rimangono sulla pianta per più anni. Sulla pianta si possono trovare rami che portano l’infiorescenza dell’anno all’estremità e i grappoli dei frutti dell’anno precedente più in basso, visto che l’estremità dei rami continua a crescere anche dopo la fioritura. È adatto alla coltivazione in giardino e in terrazza, ma può essere coltivato anche in appartamento.

Callistemon linearis Callistemon linearis (foto www.agraria.org)

Specie e varietà

Callistemon citrinus: può raggiungere i 3 m di altezza. Le infiorescenze compaiono in luglio e presentano stami di colore rosso vivo. La varietà “Semperflorens” ha dimensioni più ridotte e una fioritura più abbondante e precoce.

Callistemon linearis: raggiunge i 2 m di altezza e presenta foglie lineari, di colore verde chiaro e infiorescenze con stami rosso intenso.

Callistemon salignus: può raggiungere i 4 m di altezza, pur mantenendo portamento compatto. I fiori compaiono in estate e sono riuniti in spighe di colore giallo crema o beige, lunghe fino a 6 cm.

Callistemon linearis Callistemon linearis (foto www.agraria.org)

Esigenze ambientali, substrato, concimazioni ed accorgimenti particolari

Temperatura: il Callistemone non sopporta gli inverni freddi e lunghi. La temperatura minima invernale dovrebbe essere intorno a 6-8°C.
Luce: posizione molto luminosa ed aerata in estate.
Annaffiature e umidità ambientale: le annaffiature dovranno essere moderate e preferibilmente con acqua non calcarea.
Substrato: il terreno dovrebbe essere ben drenato e non calcareo.

Moltiplicazione

Si riproduce per seme in primavera, in letto caldo, trapiantando successivamente le piantine in vasi di 8 cm. Dopo aver fatto trascorrere la stagione invernale a 7°C, si rinvasano in marzo e, solo nell’ anno successivo, si mettono a dimora. Le piante così ottenute fioriranno solo dopo 2-4 anni. Il Callistemone può essere moltiplicato anche per talea, in estate, prelevando parti di ramo semilegnoso della lunghezza di 8-10 cm, che verranno messe a radicare in un miscuglio di torba e sabbia a 20°C. Le piante così ottenute potranno fiorire dall’anno successivo.

Malattie, parassiti e avversità

 

Nome genere A - H
Versione italiana English version Versión española
La coltivazione della vite Guida al biologico Coltivare ed allevare per l'autosufficienza della famiglia

Zootecnia Cani e gatti Coltivazioni erbacee Fruttiferi Coltivazioni forestali Insetti Prodotti tipici Funghi Parchi ed aree protette
Copyright © www.agraria.org - Codice ISSN 1970-2620 - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy